copertina blog

La parola d'ordine di un moderno sito internet oggi è integrazione, da google a facebook ecco come il nostro sito deve integrarsi alle varie piattaforme mondiali.

pallaweb

Integrazione, integrazione ed ancora integrazione, senza rinunciare alla propria indipendenza sul web ed alla propria identità. Ecco il segreto e la ricetta Galatea Web per un sito di successo ai giorni nostri.

Due necessità che non devono scontrarsi tra loro ma intrecciarsi per dare vita ad un progetto web che sia il più potente possibile.

Da un lato la nostra azienda e il nostro sito che non può essere pre-forma, ne una pagina su facebook, ne un account google plus, o altro, ma deve necessariamente essere il nostro sito, sul nostro dominio, con i nostri colori, stile, funzionalità eccetera. Dall'altro lato le grandi piattaforme come google, facebook, twitter, instagram eccetera eccetera che devono essere assolutamente collegate al nostro sito in modo bidirezionale e non solo.

Il nostro sito deve essere capace di integrare queste piattaforme al suo interno, come? Facciamo qualche esempio pratico. 

Esaminando le caratteristtiche di base del Galatea Power ci rendiamo conto ad esempio della possibilità di commentare con il proprio account facebook dentro il sito internet, oppure del fatto che utilizzi tecnologia google per tradurre le pagine in altre lingue al suo interno, è anche possibile riportare i twet del proprio account twitter o in base ai vari hashtag oppure far scorrere le foto da instagram. 

Un sito quindi che si aggiorna con i contenuti dei social trasformandosi però in qualcosa di originale e di coerente con il nostro brand. La nostra casa nel web insomma dove il passante / utente che ci incontra nei social o in qualche motore di ricerca ci segue per scoprirci, imparando ad amarci per poi acquistare i nostri servizi prodotti.

 

 

Ho notato che spesso i clienti che ordinano un sito internet hanno un idea molto confusa della presenza del proprio sito nei motori di ricerca ed il leggere i numerosi articoli tecnici presenti on line non aiuta moltissimo. 

logo easyweb indicizzazione

In quest'articolo allora affronteremo la differenza che passa tra indicizzazione e posizionamento, cosa significano questi due termini e perchè sono entrambi importanti?

Quando un sito internet viene pubblicato per la prima volta on line ovvero i suoi file ed il suo database vengono caricati nel suo dominio (es:www.nomeazienda.com) il sito è praticamente sconosciuto e soprattutto per i motori di rierca non esiste.

Ecco che in questa primissima fase avviene l'indicizzazione del sito internet che letteralmente significa l'iscrizione del sito all'interno degli indici dei motori di ricerca in una determinata posizione che google calcola al momento dell'iscrizione nel suo indice attraverso centinaia di parametri (non tutti conosciuti) e che sostanzialmente per un nuovo sito internet è di solito molto bassa.

Come avviene l'indicizzazione? 

Una volta era necessario recarsi nei vari motori di ricerca e segnalare la presenza del proprio sito on line manualmente, cosa che è ancora possibile fare oggi, ma l'evoluzone dei motori di ricerca come google oggi fa si che anche senza alcuna segnalazione il motore di ricerca si " accorga " prima o poi della presenza del nostro sito on line e lo indicizzi.

La successiva fase a cui dobbiamo pensare è quella del posizionamento,

Adesso che il nostro sito internet o negozio on line è stato correttamente indicizzato e quindi iscritto all'interno del motore di ricerca in questa fase si andrà a fare attenzione alla posizione che il sito ha in questo indice, è al primo posto? o al milionesimo? 

Prima di tutto dobbiamo capire come mentre l'indice generale del motore di ricerca è unico, o ci sei o non ci sei, nel posizionamento dobbiamo andare a valutare le parole chiave per cui il nostro sito internet può essere trovato.

Il sito quindi, ovviamente, non può essere presente in tutte le combinazioni di parole chiave esistenti ma solo in quelle in cui google ha ritenuto di collegarlo in base ai contenuti del sito stesso, e la fase di posizionamento del sito è quel momento in cui chi gestisce il sito internet cerca di migliorare la posizione del sito per guadagnarne di migliori.

Ecco che spero di aver chiarito con quest'articolo la differenza che passa tra indicizzazione e posizionamento, due distnte fasi dello stesso processo che coinvolge il nostro sito e i motori di ricerca. 

Quanto è importante la qualità del cliente (e quindi del prodotto) nella vendita on line? Quali sono i motivi per cui un Sito Internet può fallire i suoi obbiettivi? E' sempre colpa delle agenzie? Diam un occhiata ai perdenti del web.

essere un fallito

Quando si costruisce un sito internet, soprattutto per la vendita on line, od in genere si va a fare della pubblicità per un azienda i fattori che ne determinano il successo sono di solito sempre 3.

1 - La qualità dell'azienda fornitrice della pubblicità.

2 - La qualità del cliente.

3 - La qualità del prodotto. 

In questo articolo tratteremo la qualità del cliente e parleremo una volta per tutte dei perdenti del web, ovvero tutti coloro i qualli non hanno i requisiti per avere un sito internet o per fare vendita on line ma decidono lo stesso di " scomodare " agenzie e singoli professionisti che si ritrovano poi puntualmente accusati di un fallimento in cui poverini, non c'èntrano nulla.

Capita, e quando capita purtroppo sono problemi. Il cliente " perdente " è colui che a livello pubblicitario e sul web non combinerà mai nulla non perchè l'agenzia che lo segue non è in grado di gestirlo ma perchè in lui sono presenti tutti i fattori che lo rendono non adatto alla visibilità sul Web per dirla dolcemente, ma andiamo ad analizzare uno per uno tutti i fattori che rendono il cliente qualitativamente scarso per ottenere dei risultati.

Non possiede un idea di impresa precisa, il suo progetto è lacunoso e non ha contenuti

Ci troviamo davanti ad un soggetto che vorrebbe delegare tutta la realizzazione del suo sito / progetto all'agnzia che si rivolge perchè non ha contenuti che descrivono efficacemente la sua azienda, non ha mai prodotto testi, foto, video, non ha neanche un idea precisa della sua identità sul mercato, questo denota una scarsa capacità imprenditoriale e un azienda / imprenditore che non è ancora nelle condizioni di esporsi a livello pubblicitario e che prima dello sviluppo di una qualsiasi piattaforma dovrebbe prima creare i propri contenuti o meglio " capire chi è ". 

Si improvvisa Grafico, Tecnico Programmatore ed interviene nello sviluppo dei servizi mandando le classiche foto " ecco come dovete fare "

Qui la cosa si fa inquietante, nonostante il cliente in questione non abbia alcuna esperienza di grafica, programmazione, non è uno sviluppatore, non è un pubblicitario, non è esperto in nessun settore pertinente al web o ad altro, durante la fase di sviluppo il tale si trasforma magicamente in tutte queste cose e comincia ad intervenire nello sviluppo credendosi il direttore degli sviluppatori e sentendosi in obbligo di spiegare a persone che sviluppano servizi web da 15 o 20 anni come " mettere un menù", dove metterlo e perchè metterlo, dove far apparire un contenuto, dove cambiare una virgola eccetera eccetera. Il risultato sarà ovviamente un servizio più che scadente ed è qui che ogni buona agenzia e professionista deve dire no! attenda la consegna e non rompa le scatole.

Non è collaborativo, è pigro ed invia il materiale richiesto dopo settimane o mesi

Altra caratteristica, il cliente non è per niente collaborativo, se gli chiedi una foto o un contenuto o un informazione ti risponde dopo qualche settimana e se la cosa capita due o più volte arrabbiato per essersi dovuto alzare dal divano più di una volta il soggetto comincerà ad inveire contro lo sviluppatore accusandolo di essere un incompetente e di non voler lavorare. Anche in questo caso è purtroppo veramente difficile riuscire a finire un progetto. 

Non ha un atteggiamento costruttivo e si lamenta sempre

Un altra caratteristica del cliente scadente è l'atteggiamento da perdente mirato alla continua critica, alla lamentela, un imprenditore o presunto tale che non ha imparato a costruire una comunicazione efficiente con collaboratori o fornitori una persona enigmatica che riesce ad attirare a se la sfiga con la forza della lamentela.

E' scientificamente provato che senza un pò di ottimismo e voglia di collaborare con gli altri in modo costruttivo le cose negative ci accadranno senza'altro, infatti di solito, è sempre al cliente che si lamenta sempre o perennemente incavolato che capitano le cose più assurde, si rompe il sito (cosa rarissima), perde i dati di accesso a un servizio, di tutto e di più.  Questa categoria è strettamente connessa tra l'altro con quelli che intervengono nello sviluppo come se fossero dei tecnici. 

Non sa usare le mail, non sa entrare nell'amministrazione del sito, mette gli url su google invece che sulla barra degli indirizzi

Ci troviamo di fronte a un cliente che non è capace di utilizzare un computer, o semplicemente di utilizzare una casella mail efficacemente, ti chiama e per ore al telefono cerca di capire come utilizzare un allegato, chiede supporto tecnico accusando l'agenzia che l'amministrazione del sito non funziona ma in verità sta cercando di accedere ad una vecchia postazione di qualche anno addietro e non è nel sito giusto, magari non possiede neanche un PC e tenta di accedere alle modifiche del suo sito dal telefonino. 

Quelle descritte sopra sono solamente alcune delle caratteristiche del cliente LOSER, ovvero il perdente del web, colui che pur avendo la presunzione di voler diventare il primo su internet e di costruire in breve tempo il suo piccolo impero non ha alcuna volontà di migliorarsi, nessuna determinazione nel sapersi muovere, nessuna esperienza, nessuna umiltà, è un LOSER del web perchè è prima di tutto un imprenditore scadente. 

 

HAI DECISO DI APRIRE UN SITO INTERNET PER VENDERE O PER FARE ALTRO? CONTATTACI