A+ R A-

La pubblicità deve essere chiara e non nascosta, lo dice anche google

Sulla scia delle ultime news che vedono Google impegnato a combattere gli spot pubbliitari nascosti affrontiamo oggi l'argomento della pubblicità spam che spesso i nostri clienti ci chiedono ma che può essere dannosa e non da molti risultati.

google ad 650x245

 

 A volte i clienti mi dicono possiamo fare quelle pubblicità che spuntano dappertutto, così la gente clicca e va al sito, quelle che spuntano quando apri altri siti o quelle spuntano dalle mail eccetera eccetera, a tal proposito non possiamo che rispondere che questo genere di pubblicità non solo non va bene ma induce l'azienda a grandi sforzi a livello di budget per risultati non solo deludenti ma anche molesti nei confronti dell'utente.

La buona pratica della pubblicità diretta solo a chi è interessato è supportata da aziende come google che ha circa 1.000 sviluppatori a lavoro ogni giorno per scovare queste forme di pubblicità ingannevole e fastidiosa penalizzando i siti che la propongono, perchè accade questo? 

Perchè non ha alcun senso proporre una comunicazione pubblicitaria del genere, internet permette una grande specificazione degli annunci pubblicitari, questo significa che su internet rispetto la televisione o la radio noi siamo in grado di comunicare il messaggio dell'azienda direttamente ai potenziali clienti interessati a quel prodotto scegliendo anticipatamente la nicchia di utenza a cui rivilgersi.

La pubblicità di qualità è quindi quella che viene rivolta solamente a chi è in condizione di apprezzarla, questo offre una maggiore possibilità di successo ed anche in definitva un minor costo per l'azienda che ci guadagna anche in termini di immagine.

Tutto questo non è solo un consiglio ma anche un obbligo almeno dal punto di vista di aziende come google che mal sopportano forme di pubblicità celate come ad esempio falsi bottoni di menù dove cliccando si va invece ad una pubblicità.

 

 

qualcuno in azienda deve occuparsi del sito internet

Abbiamo spesso parlato dell'importanza dell'agiornamento dei contenuti di un sito internet senza contare che se si trattasse di un e commerce vanno aggiornati i prodotti (è possibile delegare anche a noi), ecco che assegnare a qualcuno il compito di gestire il sito internet potrebbe risultare essere una carta vincente.

operatorepc

Non è obbligatorio avere una persona in azienda che si occupi principalmente di seguire il nostro sito internet ma se abbiamo deciso che la gestione web della nostra attività deve avere una certa importanza potrebbe risultare molto più agevole avre un referente in azienda che si occupi di seguire tutte le vicende che riguardano il sito internet.

La scelta sta tutta nel decidere se pagare una propria risorsa interna magari risparmiando piuttosto che delegare all'agenzia web che ci segue tutta una serie di cose come ad esempio l'aggiornamento ciclico dei contenuti o dei prodotti se si tratta di un e commerce.

In questo caso ovviamente è necessario che la nostra risorsa umana sia compatibile con il tipo di lavoro da svolgere, se si tratta di un negozio on line ovviamente deve assolutamente avere una certa dimestichezza con i prodotti ma anche un certo grado di familiarità con internet.

I siti Galatea Web ad esempio sono forniti con tutta una serie di guide per imparare autonomamente a gestire i contenuti apportando modifiche al sito o ai prodotti, sono delle operazioni molto semplici ma che richiedono comunque un certo grado di applicazione.

La vendita on line a prescindere dalle modalità con cui essa avviene richiede attenzione ed una certa cura giornaliera, questo ovviamente comporta dei costi non indifferenti con l'agenzia che cura il nostro sito internet se vogliamo mantenere un certo livello di qualità, potrebbe quindi essere proficuo addestrare una risorsa interna a tale scopo.

Alcune aziende come Galatea Web sono preparate a questo e di solito si impegnano a formare la risorsa aziendale in modo che impari a rapportarsi in modo  ciclico con i nostri comparti, altri web master magari meno organizzati potrebbero comunque aiutarvi a far capire al " vostro uomo o alla vostra donna " in azienda come intervenire per modificare almeno le cose più importanti all'interno del sito internet.

Oltre al fattore prettamente tecnico il vantaggio di delegare a qualcuno la gestione del nostro sito internet sta nel fatto di poter garantire un rapporto continuo e duraturo con l'agenzia che si occupa della nostra pubblicità on line, risolvere quei piccoli problemi che ogni giorno possono nascere e che richiedono un attenzione immediata ed in genere aumentare al massimo la cura verso un comparto dell'azienda che se seguito bene potrebbe diventare uno dei più importanti per le vendite della nostra attività.

 

Come usare al meglio la scrivania virtuale Galatea Web

Non solo per gestire i servizi Galatea Web ma anche per avere supporto per le inserzioni Facebook che pubblichiamo autonomamente o per qualsiasi altro problema inerente la nostra pubblicità, ecco come usare al meglio le scrivanie Galatea Web.

desktops0

Siamo davvero soli nella folta foresta di internet? Siamo indifesi davanti al nostro grafico o alla nostra tipografia? Nessuno può aiutarci durante una distribuzione cartacea? Ti hanno bloccato l'account con cui gestivi le inserzioni a pagamento su facebook? Hai attivato la pubblicità su Twitter ed hai avuto solamente problemi? Galatea Web è l'unica azienda in Italia a fornire supporto completamente gratuito attraverso la scrivania virtuale anche per servizi non collegati direttamente, lasciando la spiegazione tecnica del tra l'altro facile utilizzo della scrivania stessa a QUESTO VIDEO oggi parleremo di come sfruttare questo potente e semplice strumento che ci permette di avere 24 ore su 24 3 esperti in sviluppo, marketing e amministrazione a portata di clic.

Dove e cosa sono le scrivanie? 

Dal sito internet www.galateaweb.eu è possibile accedere dal menù principale alla propria scrivania, questo è possibile se si è clienti Galatea Web oppure richiedendo il servizio completamente gratuito di apertura della scrivania non collegata a nessun servizio in particolare contattando Galatea Web (clicca qui).

Una volta ottenuto l'accesso possiamo accedere alla nostra scrivania che è uno spazio a noi dedicato dove qualsiasi nostra conversazione riguardante consigli, valutazioni, risoluzione di problemi inerenti qualsiasi argomento pubblicitario dal web a tutto il resto inerente i servizi galatea web o altre nostre pubblicità, lo stato degli eventuali nostri servizi, le risposte dei vari operatori e tante altre informazioni a noi dedicate e che ci aiutano nella gestione della nostra pubblicità rimangono memorizzate e ordinate, sempre consultabili per permetterci una precisa ed efficace gestione della nostra pubblicità.

La scrivania virtuale ci collega in modo specifico e professionale, completamente gratuito, ad esperti dei 3 comparti Galatea Web (sviluppo, marketing e amministrazione) che ci forniranno risposte appropriate e specifiche alle nostre domande.

Come funzionano esattamente? 

Ogni volta che postiamo nella bacheca della nostra scrivania una notifica arriva ad un operatore Galatea Web che ridireziona la domanda ad un esperto specifico (un grafico se trattasi di domande su immagini o grafiche, un esperto in social marketing se trattasi di consigli su inserzioni facebook a pagamento o altri social, un programmatore se trattasi di software gestionali o altro).

Quali sono i vantaggi di questo tipo di consulenza e rapporto? 

Nell'incredibile giungla di innumerevoli servizi pubblicitari ormai presenti e possibili si ha grazie a questo servizio gratuito la possibilità di valutare ogni scelta nel modo più opportuno, si diventa in questo modo più consapevoli e meno soggetti a compiere scelte sbagliate con un notevole risparmio di tempo e denaro. 

Inoltre i nostri operatori sono obbligati a formulare risposte e consigli obbiettivi che mirino all'esclusivo vantaggio del cliente senza orientare in nessun modo le scelte dell'utente verso i nostri servizi qualora non c'è ne fosse bisogno. 

La scrivania ti aiuta a confrontare preventivi ed a investire bene il budget a disposizione nelle giuste pubblicità, ti fornisce assistenza tecnica sui tuoi servizi.

Perchè lo facciamo? 

Pensiamo che il profitto non debba essere l'unico motore della nostra comunicazione e che sia con i nostri clienti che con i nostri potenziali clienti dobbiamo offrire tutta la nostra decennale esperienza per offrire consigli e supporto in modo da instaurare rapporti di collaborazione piacevoli e duraturi sia sul piano umano che professionale. 

Esiste un altro servizio del genere? 

No, questo servizio è attualmente come tante leadership Italiane il primo servizio al mondo di assistenza pubblicitaria gratuita e professionale che agisce al di fuori dai servizi strettamente aziendali. Tutte le aziende forniscono supporto per i propri servizi ma solo Galatea Web fornisce supporto completo anche su servizi non gestiti direttamente o prodotti di altre aziende.

Insomma, la scrivania virtuale è uno strumento molto potente e completamente gratuito che può essere utilizzato per gestire con grande precisione le proprie scelte pubblicitarie utilizzando Galatea Web come un filtro tra noi e le nostre aziende fornitrici, capire se stiamo ricevendo i servizi con la qualitò dovuta o se stiamo pagando il prezzo migliore. 

 

Realizzazione siti e-commerce, perchè il 99% è un flop. Vendere on line

Chi vi dice che vendere on line è facilissimo chi invece vi mette paura dicendovi che è impossibile, ovviamente stanno solo cercando di fregarvi tutte e due, leggetevi un pò di verità sull'e-commerce.

e commerce 696x583

Nel settore della realizzazione di siti internet ed e commerce si trova di tutto, da quelli che promettono mari e monti a quelli che scoraggiano il cliente dicendo che non c'è niente da fare come in questo articolo che abbiamo trovato sulla rete: CLICCA QUI PER LEGGERLO.

Come mai? Insomma qual'è la verità sull'e commerce e come mai su internet troviamo questi due estremi pensieri che poi rappresentano solamente due modi per vendere lo stesso prodotto? 

Perchè come abbiamo detto sopra sia gli uni che gli altri (gli ottimisti e i pessimisti) si concentrano sul " convincervi " i primi basandosi sulla leva speranza ed i secondi sulla leva " paura " a vendervi un servizio, cosa che facciamo tutti in questo settore, anche noi vendiamo siti internet, però c'è una grossa differenza noi preferiamo (come si evince da tutto il blog di Galatea) parlare della realtà di quello che è gestire un sito internet (che poi sia un e commerce o altro in fondo è pure indifferente perchè lo scopo finale di un sito aziendale è generalmente sempre quello di vendere e che acquistino direttamente il prodotto o che ci contattino è la stessa cosa).

Perchè accade questa cosa? Sviluppare un sito internet che sia connesso ad un bel progetto è una cosa così bella, curarlo, anche e soprattutto da parte del cliente, farne crescere i contenuti, conquistare mese dopo mese clienti affezionati, discutere nei forum e nei blog per diffonderlo, curarrne l'aspetto social, non è affatto vero che se hai 10.000 euro è meglio spenderli in una vacanza perchè con 10.000 euro su internet si può fare tantissimo e conosco decine e decine di startup e progetti oggi di rilevanza nazionale che hanno cominciato con molto meno, anche gratis.

Quindi, perchè Viasetti scrive dell'e-commerce come di una specie di piaga? Forse perchè non ha mai affrontato l'argomento da un altro punto di vista ovvero quello della verità. 

Ad un cliente non bisogna dire ne che vendere on line è una barzelletta molto facile da fare ne che sia una cosa impossibile, bisogna dire la verità e la verità non la si dice in un articoletto di una paginetta, la si racconta mese dopo mese come facciamo noi senza fare propaganda molesta ma semplicemente spiegando al cliente la cura, l'impegno e l'energia che deve mettere insieme a chi gli cura il sito nel tempo per costruire il suo progetto e commerce.

Avere una buona idea, prima di tutto, perchè anche se vendi olio come tanti, se sei capace di creare un logo e un nome simpatico, mettere dietro alla mera vendita un personaggio, un idea innovativa, qualcosa che attiri di più l'attenzione rispetto ai tuoi mille concorrenti stai certo che l'olio lo venderai.

E' verissimo, un sito su 100 riesce, questo è vero, ma è anche giusto che sia così ed è anche giusto che gli altri 99 ci provino, a non farcela alla fine non saranno i poveretti gabbati dall'agenzia o dal web master ma coloro che per primi non hanno messo impegno nel loro progetto perchè io non ho mai visto non funzionare un sito internet o in generale un progetto pubblicitario in cui il titolare per primo ci credeva e si è impegnato tantissimo per farlo riuscire.

E' sbagliato dire alle persone che con pochi soldi possono senza impegno fare un e commerce, è sbagliato spaventarle dicendo loro che un sito no serve a niente, entrambe le cose sono il frutto della malizia di voler vendere e basta.

Spiegate bene ai clienti cosa si fa nel tempo per gestire e far funzionare un sito, quanto può costare, raccontate come funziona internet come facciamo noi, non abbiate paura di uscire fuori la conoscenza di quello che è lo sviluppo internet e le sue dinamiche e poi vedrete che saranno i clienti stessi, informati, a decidere se ne vale o meno la pena.

Va bene vendere, ma siate professionali. 

 

 

 

l'utente non si fida di chi non ha un sito internet

Oggi Internet offre diverse piattaforme dove vendere e diffondere i propri servizi ma l'utente ha l'abitudine di fidarsi di chi possiede un sito internet.

fiducia

Soprattutto quando non si è un marchio molto conosciuto o magari lo si è a livello locale ma non nazionale uno dei principali problemi per vendere on line è la fiducia che nostri utenti hanno in noi, fiducia che è prossima allo zero se non ci conoscono.

Voi vi fidereste di acquistare da un azienda o un privato che ha solamente una paginetta su Facebook? e se fosse un truffatore e le recensioni fossero fatte dai suoi amici come spesso capita? Lo stesso si può dire per tutte le altre piattaforme.

Ecco che allora diventa chiaro l'impatto che il sito internet aziendale ha sulla propria immagine e il messaggio che la sola presenza di quest'ultimo ha sull'utente che sta cercando di raccogliere informazioni su di noi. Se questa azienda e questo utente privato ha anche un sito internet allora esiste davvero, ha dovuto registrare un dominio, se ho qualche problema è più facile rintracciare il venditore, ecco cosa pensa l'utente finale.

Avere un sito internet quindi a prescindere da dove vendiamo o come ci pubblicizziamo significa acquisire una maggiore serietà e una maggiore professionalitò agli occhi dei nostri potenziali clienti, spesso non facciamo caso a questi dettagli e se magari vendiamo di più su ebay o su facebook o su twitter pensiamo subito che il nostro sito è inutile e smettiamo di curarlo senza immaginare che è proprio grazie al fatto di averne uno che abbiamo acquisito su internet l'autorità e il prestigio per poter vendre dove vogliamo.

Il discorso è molto semplice, voi vi fidereste di un venditore su facebook senza alcun sito internet di riferimento? 

Amiamo sempre ricordare in questa rubrica che il sito internet rappresenta la casa della nostra azienda sul web e curare la propria casa, tenerla in ordine, significa fare una buona impressione sui clienti che ci vengono a trovare per decidere se fidarsi di noi.

 

 

Pubblicità: Internet sorpasserà la Televisione entro il 2019

Chiudiamo la settimana del Blog di Galatea con un interessante paronamica statistica sullo stato di salute della pubblicità Web, che pare stare veramente bene.

pubbliità online pwc

Un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova”. Parola di Agatha Christie. E visto che noi dei grandi romanzieri ci fidiamo sempre, ci sembra giusto dedicare un post allo stato di salute della pubblicità online, visto che recentemente sono stati diffusi diversi dati interessanti sul tema.

Partiamo dall’Italia e dall’indagine Nielsen, secondo cui la raccolta pubblicitaria complessiva sul web in Italia supererà nel 2015 i 2 miliardi, più precisamente 2,1 miliardi di euro (+1,7 punti percentuali rispetto al 2014). La stima proviene dalla consueta survey annuale condotta su un campione rappresentativo del mercato italiano della pubblicità di circa 800 aziende investitrici.

In dettaglio -si legge nel report- oltre i 2/3 dell’investimento nel digital si dividono tra i segmenti display (banner) e search (parole chiave sponsorizzate sui motori di ricerca). Entrambi questi web channel registrano una quota in leggera diminuzione nel 2015 rispetto allo scorso anno, in favore del video e del social advertising che, secondo le stime, arriveranno a coprire rispettivamente il 17% e l’11% di quota sul totale degli investimenti online.

A livello di crescita del valore dell’investimento per il 2015, video e social registrano incrementi a due cifre, rispettivamente del +16% e +46%. Per quanto riguarda i settori, quello della distribuzione e quello delle automobili destinano al digital advertising le quote più elevate rispetto alla media del mercato, rispettivamente 53% e 41%, seppur con differenze al loro interno in termini di canali web: nel primo caso, il 70% del budget è rivolto a display e directories, per l’Automotive questa stessa porzione di budget è investita in search e video.

Un ultimo dato interessante, infine, riguarda il mobile, su cui si concentra circa il 25% degli investimenti, ed il mondo app, con circa la metà delle aziende intervistate che dichiara di aver sviluppato un’applicazione per il proprio business.

Ma da dove viene questa crescita?
Stando al rapporto dell’Osservatorio sulle Comunicazioni dell’Agcom, il valore della pubblicità online negli ultimi cinque anni (2009-2014) è quasi raddoppiato, segnando una crescita del 98%.

E nel frattempo cosa è successo nel mondo della carta stampata?
Secondo l’Asig (associazione degli stampatori di giornali), negli ultimi sei anni i quotidiani hanno perso un miliardo di pubblicità, passando dagli 1,8 miliardi raccolti del 2008 agli 810 milioni del 2014 (circa il 15% del totale del mercato pubblicitario italiano).

E il futuro?
In mancanza di predizioni qualificate, di visioni magiche od esoteriche, possiamo però porre una sufficiente dose di fiducia nell’Outlook sul Global Entertainment Media della nota società di consulenza PwC. Essa prevede  il sorpasso della pubblicità online su quella televisiva negli Stati Uniti a partire dal 2019.
L’eAdvertising, infatti,che nel 2014 ha generato 49,45 miliardi di dollari di ricavi negli USA, entro il 2019 salirà fino a 83,89 miliardi. La pubblicità televisiva, invece, crescerà a ritmi più contenuti, passando da 69,2 miliardi a 81,05 miliardi di dollari.

Responsabile principale di tale sorpasso sarà la crescita del mobilesempre più utilizzato dagli utenti per navigare in Internet. Questo cambiamento nelle abitudini di fruizione determinerà anche uno spostamento degli investimenti da parte degli advertiser. In dettaglio, la raccolta pubblicitaria sui dispositivi mobili passerà dai 640 milioni di dollari del 2010 a 38,85 miliardi nel 2019.

Se, come spesso è accaduto in passato, queste tendenze generali in fatto di “dieta mediale” si verificheranno anche nel nostro Paese, magari con alcuni anni di ritardo, sarebbe importante che il mercato -aziende, agenzie, media- non si facesse trovare impreparato, ma sapesse invece riorganizzarsi velocemente per valorizzare al meglio questi nuovi imminenti contesti.

Non si vende su Facebook ma sul proprio sito internet

Sopravvalutare Facebook è una delle cose che ultimamente colpisce molti imprenditori alle prime armi, " ormai stanno tutti li, è li che si deve essere", ma non è così e scopriamo perchè.

YJtDVvk

Non è su Facebook che si vende ma sul nostro sito internet dove possiamo controllare senza censure la nostra identità aziendale in piena libertà e Facebook resta solamente uno dei tanti social e piattaforme dove cercare potenziali clienti con le nostre pubblicità e basta, ma alla fine della giostra la pubblicità che mettiamo su facebook l'utente deve portarlo " a casa nostra " ovvero sul nostro sito internet o negozio on line.

Sono sempre più numerosi i clienti che ci dicono di puntare tutto su Facebook o che addirittura esprimono dei dubbi sull'avere il sito internet quando possono avere la pagina su facebook, sono tutti imprenditori con pochissima esperienza nella comunicazione o non avrebbero alcun dubbio sulla differenza che passa tra il proprio sito internet e una pagina prefatta uguale ad altri miliardi di pagine prefatte dove dall'oggi al domani puoi essere bloccato perchè qualcuno che ti odia ti ha segnalato.

Sicurezza, ecco uno dei primi punti deboli dell'affidare per intero la nostra immagine e la nostra comunicazione a Facebook, la facilità con cui si può discutere in giro per il social di qualsiasi argomento anche con l'account a cui è collegata la nostra pagina che se segnalato ci viene semplicemente bloccato, temporaneamene o definitavamente da facebook in modo del tutto arbitrario e senza alcuna possibilitò di difenderci a prescindere dal torto o dalla ragione.

Come si può investire esclusivamente su una piattaforma che confonde in modo così confusionario Business e vita privata? senza sicurezze, senza nessuna protezione, possiamo anche aver speso 1 milione di euro il giorno prima ma se facebook intende bloccarci non ci sarà nessuna discussione, ci bloccherà e basta.

Noi produciamo pubblicità e potenziamenti per il Galatea Power su google, facebook e dappertutto, non è su facebook per esempio che le pubblicità danno maggiori risultati ma è ancora su google, non bisogna fare l'errore di sopravvalutare facebook che per quanto sia diventata una piattaforma di successo è solo una pittaforma, la nostra identità, il nostro business, non potrà mai essere incentrato su una sola piattaforma, è nel nostro sito internet personale e solo li che sarà possibile trovare la nostra vera identità aziendale e la nostra vera libertà di crescere con le regole che noi decidiamo giuste per la nostra attività senza nessuno che possa bloccarci.

 

dare un servizio prima ancora di vendere, il segreto di un vero sito internet

Viviamo in un epoca in cui non è più possibile concepire un sito internet come una mera vetrina per vendere e basta, oggi i siti vanno visti come vere e proprie applicazioni.

sitoapp

 

Sono finiti i tempi del sito vetrina quando l'azienda commissionava il classico sito con 4 paginette: chi siamo, dove siamo, servizi e contattaci. Oggi un sito del genere anche se è sempre meglio di niente è praticamente quasi del tutto inutile.

A sostituire un concetto di sito internet così arcaico è sicuramente il nuovo concetto di sito internet applicativo, una piattaforma capace di dare servizi attivi, informazioni, chat di assistenza, materiale da scaricare, la possibilità di usufruire di un area clienti per la gestione della propria posizione all'interno dell'azienda, integrazione con i social network, insomma qualcosa che possa dare un vantaggio immediato e gratuito prima ancora di proporre la vendita di un prodotto o di un servizio.

Ogni azienda quindi e non solo deve sforzarsi di immaginare il proprio sito internet quindi come un punto di riferimento anche per la propria gestione interna. Abituarsi a vedere internet non più come un fattore marginale ma come un estensione della cura dei propri clienti.

E' sempre più diffusa infatti la possibilità di attrezzare il proprio sito internet per seguire i clienti già fisicamente presenti nel negozio anche quando sono a casa, dalla gestione dei loro ordini alla possibilitò di visionare il proprio catalogo, un sito che possa essere insomma un vero e proprio prolungamento dell'attività in sede.

Se si utilizza il social network per pubblicizzarsi lo scopo sarà sempre quello di spedire il nostro utente all'interno del nostro sito internet, a casa nostra, dove la forza dei nostri concetti è espressa nel miglior modo possibile, dove l'utente potrà regisrarsi fornendoci le informazioni utili che ci permettono di gestirlo al meglio.

Ci spostiamo così dalla mera vendita all'informazione, scopo di un sito internet moderno è acquisire il cliente gradualmente attraverso un opera informativa efficace e continuativa nel tempo che porrà la vendita come ultimo traguardo a coronazione di un più ampio intervento strategico.

Collegare il sito internet ai social e viceversa

Collegare il proprio sito internet o negozio on line ad almeno cinque social network ha molti vantaggi tra cui nuovi link di ritorno al sito e un pubblico diverso con diversi metodi di comunicazione disponibili.

social networks right

 

Come il vecchio detto che dice " tutte le strade portano a Roma" così tutti i social network devono portare al nostro sito internet o negozio on line e questo ci darà sicuramente moltissimi vantaggi, ma attenzione non soffermiamoci a Facebook, internet è una grande rete ed è formata anche da altro.

I Social Network più importanti sono Twitter, Instagram, Facebook, Google Plus, Pinterest, Linkedin, Flickr.

Aprendo 7 account in questi 7 social network tutti diversi tra loro per funzionalità e scopo avremo tantissimi vantaggi, eccone alcuni elencati sotto.

1) Abbiamo spesso parlato nei nostri articoli del posizionamento su google, e di come sia importante per google che il vostro sito possegga dei backlink ovvero dei link di ritorno al vostro sito? In poche parole sappiate solo che linkando il vostro sito dai vostri social in cui siete registrati avrete altrettanti link di ritorno aggiuntivi che nella quantità fanno comunque brodo.

2) Pare che in qualche modo su internet l'esserci un pò dappertutto premi e questo perchè sia le persone che i motori di ricerca apprezzano maggiormente chi è pià interconnesso. Così molti utenti prima di decidere di acquistare dal vostro negozio on line curioseranno sul vostro accont twitter, poi sulla vostra pagina facebook, e magari daranno un occhiatina alle vostre foto su instagram.

3) Ogni Social ha differenti regole tutte leggermente diverse, Instagram è più orientato alle immagini, Facebook ai post anche lunghi, Twitter ai twit molto sintetici, e così via, così mentre potrete delegare al vostro sito internet l'onere di ripetere il vostro messaggio aziendale ed i vostri contenuti che non cambiano giornalmente sui social potrete invece sbizzarrirvi per promuovere l'azienda nel modo giusto e più consono a quel social per raggiungere alla fine sempre lo stesso scopo. Inviare gli utenti interessati al vostro sito internet.

Insomma possiamo considerare il vostro sito internet come una casa e i social network come tante piazze in cui lasciare le indicazioni per raggiungere casa vostra, ma ricordate, anche se un pò dappertutto (come il prezzemolo), l'importante è essere ovunque.

 

Il nostro negozio on line, sostituire ai trucchi la comunicazione integrata

Quante pubblicità ogni giorno ci appaiono sotto gli occhi annunciando miracolosi trucchi per pubblicizzare la nostra attività on line? Ma non ci sono trucchi, esiste solo la comunicazione integrata.

comintegrata

Il tuo sito in 5 click! vendere subito con il video corso di 10 minuti! Il tuo sito dalla pagina facebook in pochi istanti! Internet è piena di bufale del genere che mirano a vendere prodotti pubblicitari scadenti che fanno pensare che esistano dei piccoli ma efficaci trucchi per essere subito in grado di lanciare la propria attività nel web spendendo poco ed ottenendo risultati in poco tempo, ma ovviamente tutto questo non è vero e ben lo sanno tutti quei clienti che hanno già provato simili servizi.

In questo blog abbiamo spesso affrontato temi importanti della moderna pubblicità su internet, da google a facebook, fino a youtube e abbiamo potuto vedere come partendo dalla qualità dei nostri contenuti sul web ogni piattaforma ed ogni canale di vendita sia in verità assai complesso da utilizzare. 

Facciamo un ulteriore passo e cominciamo ad affrontare insieme l'unico argomento che può veramente aiutarvi nella gestione di una pubblicità efficace e cioè quella che comunemente viene indicata come comunicazione integrata. 

l'Uitlizzo di tutte queste piattaforme contemporaneamente partendo da una comunicazione efficiente e completa e poi adattata a tutti i supporti è l'unica vera arma vincente per ottenere dei risultati e questo comporta tempo, energia ed un discreto investimento annuale che oggi ha si come vantaggio quello di poter essere diluito durante l'anno senza grossi investimenti immediati ma che però va fatto o possiamo dimenticare qualsiasi forma di risultato.

Cosa significa esattamente comunicazione integrata? 

Weekepedia ci da una splendida definizione di comunicazione integrata: Si parla, pertanto, " di sinergia tra i diversi strumenti di comunicazione.Gli sforzi di integrazione portano a risultati migliori rispetto alla somma degli effetti delle singole azioni."

Che significa ciò? se utilizziamo bene in modo separato Facebook e Google possiamo ottenere dei risultati ma se utilizziamo facebook e google contemporaneamente il risultato globale sarà migliore dei singoli risultati e perchè avviene questo? 

In qualche modo la nostra comunicazione se avviene in tutte le piattaforme disponibili con una certa coerenza di base garantisce dei risultati migliori questo perchè l'utilizzo di tutte le piattaforme garantisce non solo un aumento dell'utenza verso il nostro sito internet ed in generale verso il nostro messaggio aziendale ma essendo queste piattaforme interconnesse tra loro andremo a creare anche un traffico di utenza globalmente superiore e sparso per tutti i nostri canali.

Non dobbiamo neanahce sottovalutare l'importanza di rivolgerci ai nostro utenti in tutti i canali perchè questo significa un aumento della nostra autorità e credibilità sul web non indifferente. 

Il potere di internet, il vero potere di internet restano ancora i link, la possibilit di connettere più luoghi di aggregazione in cui far ascoltare il nostro messaggio ci rende capaci di giungere a più person in meno tempo possibile e con un investimento nel tempo nettamente inferiore a se ci dovessimo soffermare solamente su un canale di vendita. 

Ma comunicazione integrata significa anche sviluppare bene il nostro messaggio ed i nostri contenuti, partire quindi da un contenuto molto specifico e professionale per poterlo poi adattare ai vari supporti. Io ho un messaggio pubblicitario ma so che dovrò scriverlo e graficarlo in modo diverso a seconda della piattaforma in cui intendo utilizzarlo, e su twitter sarà diverso che su facebook.

Non facciamo inoltre lo sbaglio di pensare che una sola piattaforma (come facebook) sia necessaria e indispensabile perchè non è così e nonè neanche molto saggio dipendere da una sola piattaforma pubblicitaria lasciando ad essa tutta l'importanza della nostra attività perchè se qualcosa dovesse andare storto in quella piattaforma pubblicitaria allora perderemo tutto il nostro lavoro.

 

Le pagine di atterraggio o landing page per gli utenti provenienti dalle campagne

Quando creiamo una pubblicità su google o su facebook vogliamo che dopo il click l'utente vada al nostro sito internet ma spesso questo non basta ed è per questo che sviluppiamo la pagina di atterraggio o landing page.

landing

Ma cos'è esattamente una landing page?

Una landing page è una pagina letterelmante chiamata di atterraggio che viene concepita all'interno di un sito per ricevere la visita dell'utente che ha cliccato in qualche campagna o banner specifico. Per esempio, se abbiamo una campagna Facebook in corso il nostro utente potrebbe cliccare sulla nostra pubblicità ed essere inviato dopo il click sul nostro sito ma invece che essere spedito nella home page viene indirizzato in una pagina creata ad oc che possa continuare la comunicazione con l'utente iniziata prima del click, per esempio: " se nella pubblicità facebook ho cliccato su un banner che mi prometteva uno sconto cliccando, la landing page può essere una pagina di approfondimento sullo sconto con i tasti per poterlo ottenere registrandosi."

Come funziona?

La landing page o pagina di atterraggio che dir si voglia è di solito una pagina scollegata dal resto del sito e non visitibale dal sito stesso, nasce come pagina singola che serve per ricevere un determinato gruppo di utenti provenienti da una determinata campagna. La pagina è di solito priva dei normali menù o moduli presenti nel sito e funziona come un manifesto virtuale, dove con una logica virtuale ci si concentra sull'oggetto dell'offerta per far compiere all' utente una determinata azione. (es: registrarsi).

Come si fa una buona landing page? 

Bhe sicuramente una buona landing page è un ottima miscela comunicativa formata da una grafica semplice ma efficace e da un testo coinciso e chiaro, una buona pagina di atterraggio è insomma una pagina capace di concludere il risultato del click di una campagna ed è quindi un capolavoro di comunicazione di collegamento se così vogliamo chiamarla.

Dietro un apparente piccola pagina di atterraggio fatta bene c'è uno studio di mercato, chi ha cliccato sull'offerta che avevamo su google o su facebook o su qualsiasi altra piattaforma è stato attirato da un messaggio particolare, nella landing page il nostro creativo deve tentare di approfondire il discorso mantenendolo interessante.

Grafica e contenuto ma anche video o musiche possono aiutare a sviluppare un ottima landing page ma il vero successo di una landing page è dovuto alla capacità della pagina di far compiere l'azipne desiderata al nostro utente, attraverso l'uso di form pre compilati la pagina dovrà concretizzare il più lto numero di visite facendo in modo che il budget investito nella campagna di partenza serva realmente a raggiungere i nostri obbiettivi.

 

 

Un video youtube per il nostro sito internet nel dettaglio

Nel precedente articolo abbiamo parlato di come utilizzare youtube come ulteriore piattaforma pubblicitaria per il nostro sito internet, entriamo nel dettaglio e vediamo come fare un semplice video e di cosa parlare, consigli utili.

 youtubers

Mettere " la faccia " in ciò che si fa, nella propria attività, inserire dunque quell' ingrediente umano e visibile che possa dare una marcia in più al nostro sito internet diventa essenziale se si vuole iniziare un progetto web " diverso " dalla massa dei siti internet ed arrivare dritti al cuore dei nostri potenziali clienti.

E' ovviamente possibile rivolgersi ad un agenzia pubblicitaria se si vuole fare qualcosa di veramente professionale ai livelli qualitativi di un vero e proprio spot pubblicitario ma è anche vero che oggi può essere a volte più proficuo (e meno dispendioso) realizzare un video " artigianale " in cui noi come titolari del sito internet presentiamo in modo semplice e simpatico ai nostri utenti il nostro lavoro, il video sarà caricato su youtube e successivamente verrà anche incorporato nella home page del nostro sito internet che diventerà in questo modo multimediale a tutti gli effetti.

Dobbiamo prima di tutto capire se siamo capaci di parlare davanti alla web camera in modo naturale, dobbiamo infatti lasciar perdere qualsiasi forma di manipolazione e cercare di essere sinceri, quello di cui dovrete parlare è d'altronde il vostro lavoro, la vostra passione e non c'è modo migliore per farlo che far finta di parlare tranquillamente a degli amici come probabilmente vi capita giornalmente.

Vestitevi bene, curatevi, schiaritevi la voce e soprattutto andate a creare una scaletta degli argomenti che volete affrontare durante il video è infatti molto importante cercare di non fare delle lunghe pause durante il video e quindi produrre alla fine un discorso molto semplice, che tocca tutti gli argomenti e non scandito da inutili e noiose pause che possono annoiare l'utente.

La stanza in cui andrete a fare le riprese dev'essere ben illuminata in modo che il video non risulti essere troppo buio dando una britta sensazione, la luce non deve mancare.

Ci sono molti programmini scaricabili gratuitamente da internet che ci permettono prima di tutto di registrare il nostro desktop, quindi potreste ad esempiio far vedere il sito o altre cose su internet ai vostri utenti riprendendo il vostro monitor e poi con altri programmi gratuiti potrete montare i vari video costruendo un risultato finale interessante dove in alcune parti del video ci sarà la vostra persona, il vostro viso che parla ed in altre parti del video invece si vedrà quello che fate con il mouse, per iniziare se volete fare una cosa più semplice potete limitarvi a riprendervi con la webcam e parlare.

Se volete comune vi segnal un ottimo programma per riprendere lo schermo del nostro pc: ACTIVE PRESENTER

Adesso possiamo iniziare il nostro video. Alla fine dobbiamo salvare il video dal programma che stiamo usando per la registrazione che di solito è lo stesso programma che gestisce la webcam del nostro pc o la webcam esterna che abbiamo acquistato.

Il video deve adesso essere importato su youtube in modo da poterlo pubblicare e renderlo visibile a tutti, qui potete leggere una guida molto efficace che vi spiega come caricare i vostri video su youtube: APRI LA GUIDA QUI

Adesso che il nostro video è caricato su youtube il prossimo passo è quello di incorporarlo anche nella home page del nostro sito internet.

In questo modo oltre ad avere una presentazione azienale video presente su youtube gli utenti che giungeranno sul nostro sito internet dalle varie pubblicità che utilizziamo potranno non solo leggere ma anche guardare comodamente una simpatica presentazione dei nostri servizi e prodotti aumentando di gran lunga le nostre possibilità di acquisire nuovi utenti e potenziali clienti.

 

scrivere nei blog e nei forum per diffondere il proprio marchio

Un ottimo modo per far conoscere il vostro sito internet e i vostri prodotti è quello di partecipare ai blog e ai forum sparsi su internet stando attenti però a non fare spam.

foto10

Se vogliamo in fondo è questa la vera essenza di internet, commentare, recensire, scrivere le proprie opinioni ed è così allora che diventa molto utile per farvi conoscere partecipare alla vita comunicativa che si sviluppa intorno ai blog, ai forum, ed in generale su tutti i siti e piattaforme in cui è possibile commentare e scrivere la propria opinione stando molto attenti però a non limitarsi a spammare il proprio indirizzo internet ma partecipando veramente apportando un valore aggiunto alle discussioni in cui si partecipa.

Se avete un negozio on line che vende accessori sportivi ad esempio potete scrivere e partecipare ai forum che parlano di sport e di prestazioni sportive, potreste raccontare l'esperienza diretta che avete avuto con il vostro prodotto, consigliarlo agli altri utenti linkando il vostro sito internet, ma dovete farlo solamente se intendete realmente partecipare alla discussione postando solamente contenuti prtinenenti in merito al forum che avete individuato.

Questo è possibile farlo su Facebook, sotto i video di youtube, su Twitter, in un forum che parla di quello specifico argomento. Perchè è questo il punto fondamentale non bisogna cedere alla tentazione di spammare dappertutto e senza controllo il proprio sito internet perchè oltre ad essere deleterio dal punto di vista del posizionamento nei motori di ricerca che sono oggi probabilmente in grado di rilevare il cosiddetto spam non è utile nemmeno dal punto di vista dell'interesse che può venirsi a creare intorno al tuo sito internet ed ai tuoi prodotti o servizi on line.

Se vendo maglioni fatti a mano di lana sarà fuori luogo postare il mio sito in un forum dove si parla di animali, inutile e fastidioso, sarà invece molto più utile partecipare ad un forum dove le persone si stanno scambiando opinioni sugli articoli di abbigliamento, ma non limitatevi a postare il vostro articolo o il vostro sito internet.

Cercate di dire la vostra principalmente sull'argomento di discussione che era presente prima che voi arrivaste e dopo, con molta modestia, potete permettervi di " consigliare " il vostro sito, magari pubblicando su di esso un articolo pertinente all'rgomento che state leggendo sul forum in cui commentate.

La parola chiave diventa allora pertinenza, internet deve eservire come uno strumento utile per risolvere problemi, trovare soluzioni ed informarsi, il fatto che il vostro sito internet venda qualcosa non significa che non possa contemporaneamente essere utile.

Permettete anche sotto gli articoli del vostro sito internet di commentare e scrivere in modo che anche all'interno dei vostri spazi possa crearsi un momento di comunicazione e condivisione, questi vi aiuterà a innescare un processo di confronto con i vostri utenti o invitarli da altri blog e forum a venire a commentare sul vostro sito internet.

Anche se oggi internet si sta purtroppo chiudendo in se stessa in un certo senso e la comunicazione tende a svilupparsi solo all'interno dei grandi social network innescando a mio parere una tendenza sbagliata e pericolosa è possibile ancora trovare siti internet di qualità dove si discute e si può partecipare e diventa a maggior ragione molto importante evitare di abbassare il livello di qualità di questi siti internet intervenendo solo in modo pertinente e consigliando o linkando il nsotro sito internet se possibile in modo molto soft, senza insistenze, puntando sull'interesse che può suscitare un nostro intervento in merito ad un argomento specifico.

Usate quindi tutti i posti su internet dove è possibile commentare e partecipare gratuitamente per diffondere il vostro sito internet ma fatelo con moderazione e pertinenza nel pieno rispetto degli altri.

Youtube, come usarlo per potenziare il proprio sito internet

Nel migliorare i contenuti del proprio sito internet per renderlo sempre più interessante Youtube rappresenta una grande opportunità, ma esploriamo insieme questa piattaforma e cerchiamo di capire come funziona e soprattutto come usarla insieme al nostro sito internet.

youtube 360 degree italia video

La nostra è l'epoca delle immagini video, della televisione, le persone sono molto più attente a un video piuttosto che ad un articolo, guardare un video è molto più semplice e meno stancante e qualsiasi messaggio arriva ovviamente in maniera più diretta ed efficace ai nostri potenziali clienti, fino a qualche anno fa era impensabile per una piccola e media azienda concepire questo tipo di pubblicità senza affrontare costi altissimi, oggi grazie a youtube chiunque può trasformare il suo sito internet in qualcosa di molto potente collegandol oad un canale youtube, vediamo come funziona.

Cosa ci serve prima di iniziare? 

Una webcam abbastanza potente che sia appena ad un livello superiore alla cam integrata nei nostri portatili può essere acquistata a prezzi che vanno dai 200,00 ai 300,00 euro e ci da la possibilità di effettuare dei video veramente di alta qualità che non hanno nulla da invidiare alla qualità televisiva a cui siamo abituati.

Di cosa vogliamo parlare? possiamo limitarci a spiegare alle persone quello che già è scritto sul nostro sito facendo ad esempio un video di presentazione da mettere nella home page del sito (vedremo più avanti come creare un canale).

Un account youtube che possiamo aprire gratuitamente su youtube.com (da cui possiamo accedere anche con la nostra mail gmail se ne abbiamo una).

Cos'è esattamente youtube? 

E' una piattaforma di proprietà di GOOGLE, ed infatti si potrebbe considerare un motore di ricerca esattamente come google solo che i risultati mostrano dei video invece che dei siti internet, su youtube si possono caricare video personali gratuitamente su cui si inseriscono dei TAG o parole chiave che serviranno per rendere i video ricercabili dagli utenti per quelle parole chiave, inoltre i video che carichiamo su youtube possono essere incorporati nel nostro sito internet, su facebook e su altri supporti, in questo modo i nostri video possono essere diffusi dappertutto. 

Cos'è un canale youtube?

Se invece che un singolo video vogliamo creare su youtube più video che parlano dello stesso argomento o di argomenti differenti ma che siano tutti prodotti da noi allora youtube ci da la possibilità di aprire sempre gratuitamente il nostro canale che alla stregua dei canali televisivi sarà visionabile dagli utenti che potranno seguire tutti i nostri video da quelli più vecchi a quelli più recenti.

Come usare youtube nella pratica del nostro sito internet? 

Poniamo l'esempio di possedere un e - commerce che vende dipinti artigianali, vogliamo potenziare il nostro e commerce attraverso dei video periodici (per esempio uno a settimana) in cui raccontiamo il nostro lavoro, come dipingiamo, la storia delle nostre opere, quello che significano per noi, possiamo allora aprire un canale youtube che abbia lo stesso nome del sito. 

Nei nostri video aggiorneremo i nostri utenti sul nostro lavoro e sempre nel nostro canale inseriremo il link al nostro sito interent così chi è interessato oltre a guardare il nostro video potrà anche andare sul nostro sito internet per acquistare un nostro prodotto. 

Ecco che in questo modo ci evolveremo creando un sistema di comunicazione che integra al sito internet anche la parte visiva.

Registrare un video, come farlo bene, come pubblicarlo, sarà oggetto del prossimo articolo. Restate sintonizzati sul blog di Galatea! 

 

 

e bay, amazon o sito e commerce? come vendere meglio on line

Spesso i nostri clienti ci chiedono se sia meglio vendere i propri prodotti su piattaforme come e bay e amazon o aprire il proprio negozio on line, ecco la risposta.

dovevendere

La risposta alla domanda se vendere on line su piattaforme come Amazon e E Bay o sul proprio sito internet  è chiaramente sul proprio sito internet se stiamo parlando di un azienda (e anche sulle piattaforme se trattasi di prodotti) perchè come abbiamo più volte specificato anche in altri articoli un azienda che si rispetti non può più trascurare il proprio e commerce personale, ne vale della propria reputazione e della propria immagine.

Se invece parliamo di privati che vogliono vendere on line allora la risposta è molto semplice, se siete dei venditori occasionali a cui non importa nulla di crescere e di espandersi è ovviamente più opportuno affidarsi a e bay o amazon che nascono proprio primariamente come piattaforme capaci di soddisfare la compravendita tra privati per piccole quantità e oggetti usati ma se volete programmare un espansione della vostra attività di vendita on line allora è chiaro che dovete assolutamente avere un sito internet professionale.

Ma al di la di tutto questo perchè è così importante avere un sito internet personale? Qual'è la differenza tra gestire il proprio sito internet e gestire una pagina in una piattaforma di vendita on line? Bhe è la stessa differenza che passa tra avere un proprio negozio e vendere i propri prodotti sulla vetrina del negozio di qualcun altro.

Se il vostro progetto è quello di potenziare e ingrandire la vostra vendita on line, personalizzarla, espanderla e dirigerne le strategie nel tempo allora un sito vi permetterà di fare quello che volete. 

Un sito fatto bene, professionale, dalla grafica accattivante, dai contenuti messi al posto giusto, completo ed esaustivo offre all'utente un immagine assolutamente migliore di una paginetta su ebay per quanto queste piattaforme possano sicuramente aiutare a vendere qualcosa in più anche a chi ha un sito internet.

Non esiste inoltre il problema della sicurezza durante l'acquisto dal punto di vista dell'utente perchè nel vostro negozio on line personale le persone pagheranno proprio come su e bay grazie all'intermediazione di paypal e quindi con tutte le sicurezze e le garanzie che ci sono su queste piattaforme.

In definitiva possiamo dire che sconsigliamo il sito internet al venditore occasionale e lo consigliamo invece ovviamente alle aziende e poi a chi non ha una vera e propria azienda e già vende magaru su e bay ma vuole procedere a fare un ulteriore passo verso la trasformazione del suo lavoro on line in qualcosa di più serio e du pià renumerativo.

E' inoltre obbligatorio avere un proprio sito internet per chi vende servizi e non prodotti.

si può vendere on line senza investire in pubblicità? Un modo di pensare tutto Italiano.

Molte persone commissionano siti internet senza investire poi sulla loro pubblicità e diffusione.

steve jobs

No, un sito internet non può assolutamente produrre alcun risultato senza investimento pubblicitario e quando parliamo di nessun risultato parliamo proprio di zero. Molte persone mettono on line il proprio sito internet senza neanche pensare di investire dei soldi ed anzi molto indispettite solo al pensiero di poterlo fare perchè hanno già investito nella realizzazione del sito e dopo si aspettano magicamente che qusto cominci a funzionare. Per investimento pubblicitario non intendo spendere 100 o 200 euro in una pubblicità pay for click soltanto per una volta, questo non lo si può considerare investimento pubblicitario.

Il risultato che può ottenere un sito su cui non viene investito nulla è zero. E' assurdo anche solo pensare di avere delle possibilità di successo senza investire nulla in un settore (quello pubblicitario) dove il risultato è direttamente proporzionale all'investimento.

Il problema è prima di tutto culturale e cioè in Italia solamene le grandi aziende affrontano la questione pubblicitaria nel modo corretto, nelle medie e piccole aziende vi è la convinzione (errata) che la pubblicità è una spesa e non un investimento e questo persino anche quando produce risultati.

Non c'è ne voglia ne volontà di investire, di pazientare e di dare possibilità al comparto pubblicitario di crescere e svilupparsi. Si pensa alla pubblicità come a qualcosa che deve instantaneamente e con poche risorse dare dei risultati, la cosa è ovviamente il più delle volte impossibile.

Un altro ostacolo da superare, oltre a quello culturale, è quello della scarsita di operatori pubblicitari che sappiano cosa devono fare ed il più delle volte ad offrire soluzioni pubblicitarie non sono aziende qualificate ma singoli web master, grafici, in genere persone che pur se competeneti nel singolo loro campo non riescono ad avere una visione più grande della strategia pubblictaria da approntare.

La pubblicità per il proprio sito internet ha bisogno di fondi per funzionare, ci possono essere tentativi iniziali che non produrranno molti risutalti perchè è necessario capire anche sbagliando cosa funziona e cosa non funziona con uno specifico progetto. 

E' impossibile capire quanto si debba investire per "riuscire" anche perchè gli obbiettivi possono variare di volta in volta e vanno dal realizzare le prime vendite tramite un e commerce, al diffonderlo tra una determinata fascia di persone, a tante altre cose.

Per prima cosa è bene che l'imprenditore ricominci a valutare diversamente la pubblicità sul web dandogli la giusta importanza che merita sia a livello di investimenti che di tempo ed energia.

 

 

Come utilizzare i consulenti Galatea nel negozio on line

Admin, Marketing e Sviluppo, tre aree diverse che ti aiutano a sviluppare il tuo negozio on line organizzando e gestendo la tua vendita.

organizzazione aziendale

 

Qui a Galatea Web ci siamo resi conto già molto tempo fa che un sito internet non gestito è un sito internet inutile ed è per questo che abbiamo inventanto le scrivanie virtuali. Oltre ad essere un area cliente dove poter raccogliere e gestire le informazioni sui propri progetti pubblicitari in corso è anche il luogo in cui chiedere consigli e modifiche ai nostri 3 comparti (admin, marketing e sviluppo).

Adesso vedremo nel dettaglio di cosa si occupano questi 3 differenti operatori che gestiscono un sito internet galatea power ma cercheremo anche di capire cosa significa concepire un sito internet come un servizio piuttosto che come prodotto.

Il prodotto è per sua natura qualcosa di finito e definito che una volta consegnato termina di solito il rapporto tra l'azienda produttrice e il consumatore mentre il servizio presuppone una costante relazione tra cliente ed azienda fornitrice, il sito internet oggi, soprattutto oggi, non può assolutamente essere considerato un prodotto come ancora accade troppo spesso per il semplice motivo che il sito internet, il negozio on line, sia esso un sito per vendere o un semplice sito per illustrare informazioni non è un prodotto ma è per sua natura un servizio.

Basti pensare alla manutenzione nei casi in cui il sito sia attaccato da pirati informatici, ai continui aggiornamenti che ormai oggi un sito complesso richiede per non rischiare di diventare obsoleto, alle modifiche ed alle evoluzioni di un sito dinamico che cambia e si modifica nel tempo con il crescere del nostro business o le attenzioni che necessita un e commerce che vendendo on line non può assolutamente malfunzionare.

In questa continua assistenza che passa dalla manutenzione alla gestione del sito internet stesso per renderlo una parte attiva e funzionale dell'azienda Galatea Web ha aggiunto un ulteriore nota di novità in quello che è il modo classico di concepire il sito internet ovvero il supporto di 3 distinti supporti che nel corso del tempo aiutano il cliente a scegliere i potenziamenti giusti, a gestire quelli già presenti e consigliare la giusta strada da seguire per crescere con il proprio business sia on line che sul territorio. 

Il comparto Admin (o amministrativo)

Questo consulente vi aiuta in tutte quelle che sono le incombenze burocratiche che nascono dalla gstione del sito internet come per esempio la regolarizzazione del proprio e commerce attraverso la comunicazione al proprio comune di residenza ed altre cose del genere, si informa per voi, studia il vostro settore e vi aiuta anche in tutto il rapporto amministrativo tra voi e Galatea Web fungendo un pò come operatore di collegamento con l'azienda. Riepiloga le vostre fatture, risponde a domande relative a pagamenti e scadenze, eccetera.

Il comparto Marketing

Questo consulente è incaricato di consigliarvi i giusti potenziamenti per aumentare l'efficienza del vostro sito internet come può essere una pubblicità su facebook piuttosto che su google oppure consigliarvi le migliori strategie per gestire i vostri utenti e clienti.

Il comparto Sviluppo

E' lo sviluppatore associato a tutti i vsotri progetti ed il responsabile tecnico dei tuoi servizi, a lui potrai chiedere modifiche, interventi tecnici, consigli pratici sullo sviluppo dei tuoi servizi.

 

 

Come riconoscere un sito internet di qualità?

Hai un sito internet ma al di la della grafica come riconoscere se è un sito di qualità? 

STC Qualita

 

Molte aziende possiedono già un sito internet, ma siete sicuri che il vostro sito è stato fatto secondo i criteri di qualità di oggi? Esaminiamo insieme gli aspetti più importanti che un sito internet oggi deve assolutament possedere per essere funzionale ai nostri scopi. 

Faremo un breve cenno alla grafica perchè questa dipende principalmente dal gusto del cliente e dello sviluppatore che hanno concorso alla sua realizzazione e non di meno ai colori, ai loghi e all'identity aziendale già eventualment esistente. Inoltre, la grafica non è un elemento focale nel raggiungimento degli obbiettivi di un sito internet. Con questo non voglio dire che la grafica sia inutile anzi, ma che nel web ha un valore nettamente inferiore a quello che può avere su altri supporti come il cartaceo. 

Ci limiteremo a dire che una grafica curata, semplice e non invadente è la soluzione migliore per ogni sito internet. 

I titoli delle pagine che non sono i titoli delle pagine in se dentro i vari articoli ma i titoli che appaiono nelle schede del nostro browser (internet explorer, google chrome, eccetera) sono fondamentali per indicare ai motori di ricerca in modo specifico di cosa sta parlando la pagina del nostro sito internet, è per questo che un sito internet in cui i titoli delle varie pagine non rispecchiano esattamente quello di cui parla la pagina stessa è un sito internet che sarà considerato dai motori come google di scarsa qualità o comunque non indicizzato nel modo corretto.

La velocità di apertura del sito ed in generale la velocità con cui si può scrollare all'interno del sito stesso o cambiare pagina senza che si debba aspettare troppo tempo, questo fattore importantissimo perchè nessun navigatore resisterà a lungo su un sito in cui ci vogliono 5 minuti per cambiare ogni pagina o per fare qualsias altra cosa viene anche reputato un fattore importante dai motori di ricerca a livello di posizionamento del sito stesso. 

La semplicità di utilizzo con l'avvento degli smartphone e di una grandissima fetta di utenza che prima non navigava ma che rimane poco esperta di computer ed internet è diventato un altro grandissimo fattore di qualità di un sito internet, è importante che tutto ciò che si può fare sul sito internet stesso si possa fare in modo veloce e intuitivo.

I contenuti ben strutturati nei menù, ovvero un sito internet di qualità possiede una buona suddivsione gerarchica dei contenuti attraverso vari menù e sotto menù di facile ed intuitivo accesso che ordinano le informazioni statiche del sito in modo ordinato e facilmente consultabile.

Un codice pulito e quindi un codice di programmazione ripulito da qualsiasi codice in eccesso e non utilizzato, questo rende il sito snello, veloce e minimizza i motivi di malfunzionamento.

l'Adattamento ad ogni formato è oggi un altro fattore qualitativo importante, un sito deve ormai vedersi bene su telefonino, tablet e pc, adattandosi senza estensioni esterne che facciano questo lavoro, dev'essere semplicemente dotato di template elastici e adattivi, la concezione del sito stesso e del dispiegamento dei suoi contenuti dev'essere pensata ormai in verticale.

Quelli descritti sopra sono i 6 principali punti qualitativi di un moderno sito internet, sono ovviamente moltissimi gli altri valori da considerare, ma se volete effettuare un rapido controllo del vostro sito sarà valutando i punti sopra che potrete subito sapere se il sito ha un livello qualitativo elevato oppure no.

 

 

 

 

Galatea Power, cosa può fare il tuo negozio on line

In questo articolo descriveremo una carrellata di funzionalità in dotazione al Galatea Power in merito al commercio elettronico.

commercio

 

Il Galatea Power è un sito completo adatto ad ogni scopo e particolarmente "ben dotato" per quanto riguarda l' e-commerce. Analizziamo nel dettaglio il servizio di punta Galatea Web e vediamo cosa può fare questo gioiellino tecnologico.

Il sito internet è sviluppato di base tramite la piattaforma Joomla (da non confondere con CMS come Word Press), joomla è composta da codice PHP e database MYSQL, ogni Galatea Power viene modificato lato sviluppato per la massima personalizzazione direttamente tramite codice creando un ibrido altamente funzionale che sfrutta la stabilità e l'elasticità di Joomla unite alla potenza della programmazione.

Nel Galatea Power è possibile settare infiniti metodi di pagamento e di spedizione. Questo significa ad esempio che possiamo inserire metodi di pagamento come Bonifico, Pagamento on line tramite carta di credito, Paypal e metodi di spedizione che prevedono per esempio uno sconto o la spedizione gratis per acquisti superiori ai 100 euro (o qualsiasi altra cosa).

Possiamo inoltre settare le tasse, aggiungendo per esempio l'IVA e decidento se dev'essere inclusa o esclusa nel prezzo, se dev'essere visibile o meno all'utente, questa insieme a qualsiasi altro tipo di imposta sarà calcolata in automatico dal sito internet e mostrata se lo vogliamo nel riepilogo del carrello una volta che l'utente passa all'acquisto del prodotto.

Il sito internet può compilare ed inviare fatture in automatico all'utente che acquista.

Una grande potenzialità del Galatea Power lato vendita on line è quella di poter avere infinite categorie ed infiniti prodotti all'interno di queste categorie, un ottima cosa questa che rende il Galatea Power un ottimo sistema di vendita on line anche nel caso di migliaia di prodotti che in questo caso è possibile importare direttamente all'interno del sito ad esempio da un file CSV o altro piuttosto che perdere tempo facendolo manualmente.

E' posibile inoltre modificare, eliminare e aggiungere prodotti e categorie di prodotti molto facilmente autonomamente o tramite assistenza remota.

E' possibile configurare le valute usate decidendo ad esempio se vendere solamente in EURO o se utilizzare tutte le altre valute o solo alcune di queste valute, utile questo aspetto se si decide per esempio di vendere in 2 nazioni usando le valute delle 2 nazioni.

E' possibile visualizzare facilmente nel sito dei moduli che riepilogano i prodotti più venduti, gli ultimi prodotti inseriti, o i prodotti di una determinata categoria costruendo in questo modo la vetrina del proprio negozio come la si desidera.

Queste e numerose altre potenzialità del sito internet Galatea Power rendono il prodotto veramente un ottima scelta per vendre on line.

 

come offrire prodotti digitali pronti al download nel vostro sito internet

Se negli ultimi anni grazie a piattaforme come e-bay e amazon ed alla diffusione generale dell'ecommerce si è molto diffusa la vendita di prodotti reali attraverso il web restano i servizi digitali i più adatti alla vendita attraverso il web.

tvsocial

 

Offrire prodotti digitali sul proprio sito internet significa aumentare enormemente la capacità della nostra azienda di espandere il proprio mercato. La possibilità di effettuare un pagamento sul sito per poi scaricare un prodotto digitale, che può essere un supporto ai nostri prodotti o servizi, materiale di avanzamento di un corso, qualsiasi tipo di approfondimento o informativa tecnica aggiuntiva, attraverso la creazione di contenuti digitali a pagamento e la loro successiva diffusione nel nostro sito internet aumentiamo la possibilità della nostra azienda di trarre profitto dalla vendita on line e non solo.

All' interno di un sito internet come il Galatea Power la vendita di prodotti digitali può essere organizzata in molti modi. 

Il pagamento attraverso carta di credito può consentire all'utente di poter procedere immediatamente al download dei contenuti che potranno essere scaricati sul proprio PC garantendo contemporaneamente diversi livelli di accesso, da quel momento l'utente potrà accedere al sito per effettuare numerose azioni aggiuntive non concesse all'utente normale.

Potrà scaricare nuovamente il contenuto digitale acquistato entro un certo periodo di tempo se dovesse inavvertitamente cancellarlo, potrà chiedere assistenza e visitare aree del sito internet che potranno essere viste solamente dagli utenti autorizzati e che hanno effettuato almeno un pagamento all'interno del sito internet.

I vantaggi di offrire un prodotto digitale sono quelli di rendere instantanea ed automatica la vendita e il successivo possesso del bene ceduto al cliente che potrà immediatamente scaricarlo effettuando un download. Questo automatizza l'intero processo di vendita causando come primo vantaggio un grande risparmio e così che tutte le energie dell'azienda devono a questo punto essere rivolti verso la produzione di suddetti contenuti digitali. 

E' vero infatti che un azienda capace di vendere contenuti digitali è un azienda che ha già precedentemente potenziato la propria capacità produttiva aumentandone di gran lunga la qualità rispetto ai competitor oppure appartiene ad un settore in cui la produzione di contenuti digitali è parte integrante dei prodotti e servizi venduti. 

La potenza dei blog e la storia di John Titor

In questo articolo approfondiremo l'argomento già trattato riguardante la produzione di contenuti originali per emergere sul web con il nostro sito internet.

John Titor time traveler

 

Pubblicità, quante volte ne abbiamo parlato? Il Web è pieno di servizi a pagamento che ci permettono investendo soldi di essere presenti e più ne spendiamo più persone riusciamo a raggiungere. Ma spesso qui nel " blog di Galatea" abbiamo anche parlato dell' importanza di produrre contenuti interessanti per sfruttare quella che è la naturale tendenza della rete di diffondere contenuti interessanti, cosa significa tutto questo?

Significa semplicemente che se ciò che diciamo, scriviamo, mostriamo, è interessante allora la pubblicità su internet si metterà in moto naturalmente attraverso la diffusione virale dei nostri contenuti permettendoci di essere visibili a costo zero. 

Quello che vogliamo dimostrare in questo articolo è che un BLOG interessante rende un sito internet naturalmente visitato dalle persone, ci posiziona nei motori di ricerca e crea intorno al nostro spazio web una comunità di utenti che leggono e discutono sui nostri argomenti rendendo meno necessario l'investimento economico in visibilità che comunque anche se presente sarebbe inutile in assenza di contenuti interessanti.

Intorno all'anno 2000 apparve su internet in un blog la storia di John Titor, John scriveva di essere un viaggiatore del tempo venuto dall'anno 2035 anno in cui la terra sconvolta dalla terza guerra mondiale appena finita e da una guerra civile scoppiata negli Stati Uniti tra forze federali e forze rurali (città contro campagne) si trovava in grave pericolo, diceva anche di essere un soldato mandato indietro nel tempo per recuperare un vecchio computer IBM che nel futuro avrebbe potuto risolvere dei problemi (leggi la storia di john titor qui).

Lasciando al video linkato sopra l'onere di raccontarvi l'intera storia qui ci soffermeremo sull'aspetto della diffusione del blog di John Titor che più di 10 anni dopo spinge ancora molte persone sul web a informarsi ed indagare sui presunti fatti raccontati da John.

Un fenomeno mondiale insomma, il blog di John titor ha ricevuto milioni di visite, è stato tradotto e studiato in moltissimi paesi addirittura arrivando a destare l'interesse di alcuni astrofisici che hanno tentato di confutare le teorie di John Titor. 

Un contenuto interessante quello lanciato da Titor sul blog che ha stuzzicato paure e curiosità della grande maggioranza delle persone, la paura della guerra, la curiosità di scoprire cosa può accadere nel futuro, una storia affascinante ed estremamente interessante. Le pagine del blog di John Titor hanno attirato un enorme numero di visitatori, e tutto questo, senza che sia stato speso un centesimo.

Non è da tutti creare contenuti interessanti ma è assolutamente questa la chiave per fare in modo che il nostro sito internet sia interessante e in qualche modo utile all'utente. Se siete un ristorante potete inserire nel vostro blog ricette e video che mostrano come preparate certi piatti, se siete un agenzia di viaggi potete sviluppare un blog dove i vostri clienti possano raccontare la loro esperienza al ritorno dalle vacanze, le grandi piattaforme come Facebook o Twitter o Trip Advisor non sono sostitutivi ai nostri contenuti ma semplicemente ulteriori mezzi di diffusione.

Abbiamo insomma 2 possibilità, possiamo renderci visibili investendo grandi quantità di denaro in numerosi tipi di pubblicità diverse (e c'è ne sono centinaia) o possiamo diventare unici ed originali in ciò che facciamo o più semplicemente possiamo cominciare a comunicare meglio e di più degli altri, questa è internet, non possiamo limitarci all'esposizione di un prodotto e sperare che il nostro e commerce magicamente possa vendere e battere la concorrenza, ma possiamo decidere di dare un valore aggiunto al nostro e commerce inserendo informazioni diverse dalla vendita del nostro prodotto, facendo in modo che il nostro utente si interessi e si incuriosica nel visitarci.

Questa è a nostro parere la migliore soluzione che si possa consigliare a chi intende iniziare un percorso on line sia che si tratti di un azienda che si tratti di una persona fisica.

 

 

 

unire sito internet e tessera del negozio per fidelizzare i nostri clienti

A volte il nostro sito internet o negozio on line può diventare lo strumento per legare i nostri clienti alla nostra attività aumentandone fiducia e frequenza di acquisto.

carte cobranded 

 

Come utilizzare il nostro sito internet per potenziare la clientela che ci viene a trovare in negozio? Altre volte abbiamo parlato di come utilizzare il nostro sito internet come rafforzativo più che come mezzo di ulteriore espansione e oggi faremo un esempio pratico.

Immaginiamo di stampare delle CARD in cui i nostri clienti hanno un username e una password che consentono loro di accedere al nostro sito internet aziendale in un area a loro dedicata e assolutamente univoca e rivolta a loro.

In quest'area il nostro cliente potrà vedere tutti gli ordini e gli acquisti fatti nel tempo, gli sconti eventualmente a lui dedicati, le offerte personalizzate che possiamo costruire direttamente ed esclusivamente per lui con le relative scadenze, qualsiasi tipo di comunicazione diretta al singolo cliente e le comunicazioni dedicate dirette a tutti. 

Potremmo anche inserire degli sconti in vari prodotti se prenotati o acquistati direttamente tramite il sito internet. 

Ecco che pensandoci bene ci appaiono davanti centinaia di possibili funzionalità che l'area cliente connessa alla carta ci può fornire, ma questo esattamente a cosa ci conduce?

Il cliente potrà essere continuamente informato sui nuovi arrivi e su le eventuali offerte commerciali, ma non solo, il poter gestire una propria area cliente gli consentirà di connettersi maggiormente alla nostra attività rendendo meno probabile che si possa rivolgere a i nostri competitor.

Tutto questo è davvero meraviglioso ma secondo me la carta clienti offre un vantaggio importante tra tutti gli altri e cioè quello di costruire offerte promozionali su misura per il singolo cliente studiandone le abitudini. Il nuovo cliente, il vecchio cliente che sappiamo prendere sempre lo stesso prodotto e quindi probabilmente sarà più invogliato a sconti e promozioni rivolti a quel particolare prodotto, con il vantaggio per noi e per il cliente di poter verificare le promozioni on line sul sito internet e quelle specificamente costruite apposta per lui, alla fine si possono fare delle statistiche magari trimestrali per vedere cosa sta funzionando e cosa non sta funzionando a livello marketing e migliorare sempre di più le proposte costruite per i nostri clienti.

Insomma la carta collega il nostro cliente al nostro sito internet che a sua volta è collegato alla nostra attività potenziandola e rendendola più efficace. 

Quanto spiegato sopra si potrebbe fare anche senza l'uso effettivo delle carte invitando semplicemente i clienti a registrarsi nel sito internet o facendolo noi per loro per poi comunicargli gli accessi ma la carta consegnata a mano al cliente ha sicuramente un impatto diverso rendendo l'intera operazione molto più efficace.

costruire un buon rapporto con chi cura il nostro sito internet

La nostra comunicazione on line sia attraverso i social ed altre piattaforme che sul nostro sito internet è gestita da un agenzia o da un professionista? Impariamo come gestire al meglio un rapporto capace di farci crescere e maturare entrambi.

comunicazione

 

Comunicare si sa è alla base di ogni buon rapporto ed è quando dipendiamo da persone che possono fare la differenza nel nostro lavoro che dobbiamo imparare a saper comunicare bene. Nella maggior parte dei casi ci si trova a non saper trasmettere le proprie necessità nel modo più opportuno oppure, molto più semplicemente, tendiamo a dire agli altri come e quando fare il proprio lavoro. Uno sbaglio cruciale questo che può pregiudicare il corretto fruire di un rapporto professionale che deve invece orientarsi nella direzione di una reciproca soddisfazione personale.

Soprattutto nel rapporto che si instaura tra agenzia pubblicitaria, do comunicazione (chiamatela come volete) e cliente la comunicazione diventa veramente un fattore molto importante probabilmente perchè la comunicazione è proprio al centro del rapporto lavorativo se non oggetto stesso del rapporto.

La nostra agenzia cura la nostra comunicazione, la nostra immagine e noi siamo " ansiosi " perchè non siamo abituati a delegare agli altri un aspetto così importante della nostra vita. 

Se però ci siamo affidati ad un agenzia è perchè abbiamo riconosciuto dei limiti nella nostra capacità di azione, perchè non siamo tecnicamente capaci di gestire per esempio l'aspetto WEB della nostra pubblicità da soli o con le nostre risorse aziendali esterne ed abbiamo quindi deciso di affidarci a qualcun altro, adesso, per non rovinare tutto dobbiamo imprarare a comunicare e filtrare le nostre necessità pretendendo ovviamente anche chiarezza e comprensione.

Uno degli errori più frequenti nella gestione di un creativo sia esso un webmaster che sta sviluppando il nostro sito internet o negozio on line piuttosto che un esperto in comunicazione che sta delineando le nostre strategie marketing è quello di pretendere che questo esegua i nostri ordini nonostante non abbiamo nessuna competenza nel settore.

Quando uno sviluppatore si sente dire da un cliente che non sa nulla di siti internet che deve spostare un menù o che deve mettere un modulo da una parte piuttosto che da un altra dev'essere veramente frustrante perchè lui sa benissimo che quella faticosa modifica non solo occuperà molto del suo tempo ma purtroppo lo farà senza risolversi in un risultato utile a qualcuno.

Partiamo quindi dal presupposto che quando ci serviamo di un " tecnico " soprattutto in campi molto specifici e complessi come quello dello sviluppo web più che ordinare una modifica con arroganza e presunzione dobbiamo chiedere un parere, questo in termini di comunicazione ci darà moltissimi vantaggi.

Prima di tutto da quel momento in poi potremo contare su un professionista appagato che sentendosi rispettato lavorerà per noi al massimo delle prestazioni possibili e secondariamente chiedendo pareri e consigli e lasciando spazio di manovra ad una persona competente il nostro lavoro sarà sicuramente migliore e ci permetterà di raggiungere molti più risultati.

Ecco quindi che il segreto di una buona comunicazione tra noi e la nostra agenzia è il rispetto, e soprattutto il rispetto delle altrui competenze. 

Un sito internet per competere in un mercato o per crearne uno

Internet ti permette non solo di competere in un mercato dove sono presenti altri competitor ma di creare mercati che prima non esistevano. 

innovazione2

 

La potenza che ci può offrire il web con la sua capacità di arrivare nelle case di ogni cittadino in qualunque parte del mondo ci induce a comprendere come competere in mercati già esistenti è solamente uno dei tanti modi per partecipare alla " gara" ma piuttosto è la creazione di nuovi inaspettati mercati prima inesistenti la vera potenza dell'utilizzo di strumenti come internet.

Quando l'idea di un buon imprenditore si associa alla potenza di un buon sito internet capace di manifestarla sul web ecco che allora si possono creare nuovi modi di gestire servizi e prodotti a cui facendo da apri pista saranno gli altri nostri competitor a dover gareggiare stando alle nostre regole.

Internet è infatti piena di servizi di ogni genere con cui è possibile competere ma da quando è nata è sempre stato possibile (ed infatti è avvenuto) creare nuovi servizi, innovazione, non sempre sviluppata dalle grandi aziende ma spesso nata dal genio di piccoli imprenditori, dall' esperienza che essi hanno nel loro settore. 

Per fare questo occorre avere, anzi è indispensabile avere, la giusta agenzia web dalla propria parte qualcuno che insomma ci permetta di tramutare in un sito internet specifico la nostra idea di partenza aiutandoci magari a svilupparla nel modo giusto. 

E' molto importante capire questo punto fondamentale: " Internet non è solamente un grande canale di distribuzione, ma una creatura in continuo sviluppo, un modo nuovo e sempre in divenire che ci permette di concepire diversamente lo stesso concetto di vendita e distribuzione. E attraverso i servizi, nuovi modi di organizzare e riorganizzare settori già esistenti, la sua potenza è davvero eccezionale ed il motore che ci può permettere di sfruttare questa ricchezza non è altro che l'idea innovativa e originale".

Trasportare sul web la realtà che ci circonda ogni giorno, la nostra cultura, quando parliamo ad esempio di Italia come capacità imprenditoriale di generare grandi servizi innovativi pecchiamo molto in mancanza di volontà mentre gli Americani hanno già capito da molto tempo che ogni rivoluzione digitale parte praticamente da internet noi stentiamo ancora a credere veramente di poter ricoluzionare i nostri settori di appartenenza a partire da questo strumento.

E' normale che l'assenza di competenze di sviluppo a volte possono rendere limitata la decisione di investire in qualità di azienda per innovare il nostro settore attraverso un sito internet che fa qualcosa di diverso e non solo vendere o pubblicizzare l'azienda ma come dicevamo basta incontrare il fornitore giusto, lo sviluppatore giusto, e la nostra idea potrebbe non solo prendere forma ma rivoluzionare attraverso il web il settore da cui proveniamo. 

 

 

 

Il sito internet in prima pagina, il migliore o il più furbo?

l'Obbiettivo più importante di Google è quello di fornire contenuti di qualità agli utenti che compiono più ricerche ma intorno alle prime posizioni su google ruotano molti soldi. I siti posizionati per primi sono davvero i migliori? 

primosuimotori

 

Quanto sia migliorato il web con google io non lo so. Sicuramente è utile per cercare le informazioni che ci servono ma quanto ha reso realmente qualitativi i siti internet google? Voglio dire chi progetta oggi un sito internet lo fa ancora con impegno e concentrandosi sui contenuti o lo fa cercando disperatamente di essere il primo? 

In realtà l'argomento è molto complesso e per quanto google si sia sforzato di tenere nascosti i suoi parametri di posizionamento è ovvio che alcuni sono davvero scontati ed è impossibile tenerli nascosti (come il numero di link che puntano ad un sito) ed è così che spesso in prima posizione nei risultati dei motori di ricerca non troviamo il sito migliore, quello con una più alta qualità dei contenuti ma troviamo semplicemente il sito che è riuscito a diventare primo.

Cosa significa questo? nel gestire il proprio sito internet oggi secondo me si è lasciato che grossi colossi come Google si intromettessero eccessivamente nel nostro modo di lavorare, quello che dobbiamo preservare (chiunque lavori nel settore web ma anche il semplice utente) è quell'innata e indomita libertà con cui internet è nata anni fa. 

Non lasciare che anche sul web si diffondano le multinazionali che ci impongono come comportarci perchè internet è sempre stata una terra di frontiera dove i siti internet si sono sviluppati a migliaia, milioni, spesso in modo curioso e inaspettato, senza apparenti regole o con regole pazze ma efficaci relative al loro ambiente di origine.

Un motore di ricerca deve esclusivamente essere uno strumento e non un fine, non sobbiamo organizzare il nostro lavoro per compiacerlo ma per compiacere ed aiutare i nostri utenti e paradossalmente i primi ad essere d'accordo con me sono proprio i proprietari di Google, infatti, il motore di ricerca più grande al mondo punisce tutti quei webmaster che tentano di manipolare i risultati di ricerca.

La mia critica infatti in questo articolo più che a google si indirizza all'utente in primis che spesso non va oltre i risultati della prima pagina, ecco non fatelo, se internet vi offre la possibilità di scegliere tra centinaia di risultati cercate di trovare quello che realmente è più giusto per voi perchè google non è il padre eterno e non è detto che ciò che ha messo al primo posto è più pertinente per voi, o più giusto, o più corretto.

Ecco un altra falsa ipotesi che si è diffusa tra le persone, un sito internet che è in prima pagina su google pare che sia visto anche come un supporto in cui vengono diffuse notizie vere. Ma non è così, Google è solo una macchina, un robot, che posoziona i siti internet anlizzando il testo dei siti senza comprenderlo ma esclusivamente quantizzandolo e suddividendolo per parole chiave, non sa se ciò che è scritto è vero o falso, se è pertinente, se ha un senso, se serve veramente a qualcosa o se danneggia chi sta leggendo.

Insomma quello che dobbiamo domandarci è se i criteri di scelta di un Robot e di una macchina possono essere utili come criteri di scelta per un essere umano.

Cresce ancora l' e-commerce in Italia e instagram diventa uno dei canali di promozione più usati

E' di oggi la notizia (fonte ansa) che il 95% delle cantine in Italia ha un proprio sito internet, facebook, twitter e adesso anche instagram i social più usati per la promozione. Ma molti di loro secondo i dati non sfruttano il potenziale web come dovrebbero.

ECommerceVino

Ed è il settore vinicolo che oggi ci da con nuovi dati uno spaccato dell' e-commerce in Italia, quasi la maggioranza delle aziende vinicole utilizza un proprio sito internet per vendere i propri prodotti affiancando al sito la pubblicità sui social network che vede Facebook in testa, seguito a ruota da Twitter e da un sempre più potente Instagram

La metà delle aziende si trova in nord Italia e dalla ricerca condotta dall'osservatorio vino digitale emerge anche che molte aziende non sfruttano appieno i canali pubblicitari su facebook ma anche sul proprio sito.

E' la conferma di quello che ho sempre sostenuto dalla mia esperienza come account manager Galatea Web ovvero che la maggioranza dei clienti che incontriamo sono attivi e desiderosi di iniziare a sviluppare al meglio i propri canali digitali (e questo vale anche per altri settori) ma non sanno bene come fare o vengono da esperienze abbastanza fallimentari.

Mancano ancora le nozioni base in Italia per questo tipo di avventura pubblicitaria e qui nel blog di galatea abbiamo spesso parlato delle possibili carenze sia dal punto di vista del cliente che lato fornitore pubblicitario che possono essere colmate solamente con tanto impegno e tanta informazione.

Desidero soffermarmi in questo articolo sul dato però interessante che riguarda la diversificazione degli investamenti sui social, non è come si pensava facebook a farla da padrone o almeno non solo lui ma anche twitter e instagram irrompono nella scena sociale dando all'impresa la possibilitò di agire su diverse piattaforme.

E quello che abbiamo sempre sostenuto noi di Galatea Web, la necessità per un azienda di essere presente su tutte le piattaforme e non solo su un canale di vendita che diventa fondamentale soprattutto per verificare nel corso del tempo quale forma di comunicazione risulta essere più idonea per quel prodotto e per quella particolare azienda.

E ancora il sito internet personale aziendale a farla da padrone, dai dati statistici è infatti dimostrato che il sito è irrinunciabile per il 95% delle aziende coinvolte nella misurazione a dimostrazione del fatto che la volontà di mantenere il controllo della propria immagine passa prima di tutto dal proprio sito, diventa quindi sempre più importante possedere un servizio web capace di adattarsi perfettamente al mondo dei social network, flessibile, dinamico, facilmente modificabile, resta dunque la piattaforma base da cui lanciarsi all'attacco dei social network.

Come difendere la nostra azienda dalle diffamazioni on line

Il nostro sito internet e la nostra pubblicità on line crescono e prosperano ma l'esposizione ad un pubblico sempre più grande attira l'attenzione di competitor aggressivi ed utenti pronti a tutto per screditarci, come reagire?

diffamazione

 

Uno degli aspetti negativi più frequenti correlati alla costante crescita di popolarità su internet è l'esposizione ai commenti negativi, alla concorrenza scorretta che tenta di diffamare il nostro operato ed in generale quella che in gergo viene definito spam. Difendersi da tutto questo si, ma come? Ecco alcuni semplici consigli per gestire anche questo aspetto del nostro business on line.

Concentrarsi sull'aumento della propria qualità e comprovare i miglioramenti con articoli e prove concrete.

Niente è più efficace contro ogni forma di diffamazione che l'indifferenza orientando i propri sforzi nella gestione delle risorse ed al miglioramento della qualità dei servizi offerti, una grande azienda si focalizza su ciò che può controllare e quale migliore risposta ai nostri diffamatori che l'aumento della nostra capacità produttiva e della nostra presenza sul territorio?

Ottenere il massimo controllo dei propri supporti di comunicazione orientando il dibattito interno ed esterno all'azienda.

Rispondere ad una diffamazione significa far si che qualcun altro decida al posto nostro quale sia l'argomento del giorno nella nostra pagina social, nel nostro sito internet, nel territorio in cui operiamo, ed in generale dovunque decidiamo di essere presenti. In ognuno di questi supporti dobbiamo immediatamente ed energicamente eliminare ogni possibilità di intervento agli utenti poco graditi imponendo i nostri contenuti ed accettando esclusivamente gli interventi, positivi o negativi che siano, a patto che siano costruttivi e coerenti con l'argomento da noi scelto.

Evitare il confronto quando ci rendiamo conto che l'interlocutore non può migliorarci.

Discutere, rispondere e dare credito pubblicamente ma anche nel privato a persone che non hanno particolari doti o valore non può che causare uno spreco di risorse senza che ve ne sia un qualche tipo di vantaggio. Mentre la critica proveniente da persone di successo è sempre in qualche misura costruttiva perchè nasconde un insegnamento diretto o indiretto il frustrato, l'inetto, il fallito ed in generale il mediocre non può che portarci a nessun cambiamento, a maggior ragione quando il soggetto si muove in un ambito diffamatorio.

Reagire sempre e comunque per le vie legali.

Nei casi in cui la diffamazione si manifesti palesemente ed è possibile raccoglierne le evidenze è necessario rivolgersi alle autorità competenti in modo da neutralizzare eventuali danni collaterali provenienti da un azione diffamatoria ben organizzata e insistente.

Luca Maria Graziano Conti

Chi non ha un sito internet oggi è destinato a scomparire

Il mercato di oggi non perdona e cambia velocemente, le aziende che non possiedono un sito internet ma anche quelle che non gli assegnano la giusta importanza a livello di budget e attenzione sono semplicemente destinate a scomparire.

attivitacessata

 

Negli anni '70 e '80 le aziende che si concentravano sull'immagine e sulla pubblicità erano pochissime, le più grandi, poi nel corso degli anni '90 e nel 2000 la pubblicità è diventata normale e usatissima. Le aziende che all'epoca continuarono a lavorare esclusivamente in modo tradizionale scomparirono in pochi anni per lasciare spazio a quelle che si stavano pubblicizzando massicciamente sul territorio.

Oggi è in atto una seconda rivoluzione, quella del digitale, di internet. Una rivoluzione che già in atto si preannuncia più violenta e spietata di quanto si possa immaginare. E per un azienda che vuole andare un pò più in la della semplice sopravvivenza la paginetta su facebook non basterà per niente.

Oggi come allora saranno solo i più intelligenti a salvarsi, quelli che decideranno di investire su internet senza accontentarsi di un mero atto di presenza on line ma che avranno la capacità di costruire progetti nel tempo che possano portare a qualcosa di più costruttivo con i propri utenti potenziali clienti.

Domani si pagherà quasi esclusivamente su internet, la maggior parte della pubblicità e della sua efficacia passa già ormai quasi esclusivamente su internet, i vecchi volantinaggi per esempio e la distribuzione cartacea in generale oltre ad essere ormai tragicamente anti ambientale e considerata un dinosauro della comunicazione.

Ogni azienda che vuole rimanere in gioco oggi ha il dovere di scegliere un partner commerciale per la gestione della propria pubblicità sul web concentrando i propri sforzi comunicativi sul web.

In alcuni paesi il web ha già superato la televisione, la radio è stata ampiamente surclassata, il cartaceo sta scomparendo, e anche sul web non bastano certo le pagine sociali su facebook o su twitter per andare avanti.

Le aziende che già oggi hanno o stanno pensando di avere un sito internet completo, composto da più sezioni con vari scopi, dove vengono seguiti e serviti sia gli attuali clienti e fornitori che i potenziali, con una pubblicità fondata su strategie a lungo termine sul web, queste e solo queste aziende sopravviveranno alla rivluzione digitale che sta per travolgere la nostra società e l'intero mercato mondiale dei prodotti e dei servizi.

 

 

Quando a "spiare" il nostro sito internet è una macchina...

Nell'importante processo di indicizzazione e posizionamento di un sito internet, che sia un normale sito o il nostro negozio on line, questo viene esaminato e valutato da Google ma non da persone, ma da una macchina! Oggi parleremo dello spider di google.

googlespider

 

Quante volte vi è stato detto che google ha posizionato il vostro sito in prima o in decima pagina? Che sarebbe stato meglio aggiungere determinate parole chiave nel sito " così google avrebbe potuto posizionare meglio il vostro sito?", ebbene dovete sapere che il più grande motore di ricerca del mondo controlla e valuta il vostro sito entro determinati parametri in modo completamente automatico senza l'ausilio di persone fisiche.

Il programma intelligentissimo e molto sofisticato che effettua questo controllo si chiama SPIDER (ragno), imparare a capire come lo spider di google vede il nostro sito internet ci fa capire anche come agire per un migliore posizionamento.

Essendo un macchina lo spider non ha la nostra stessa percezione della realtà, per lui per esempio la nostra home page  è tutta una fila di caratteri che compongono i testi presenti e il codice del nostro sito internet.

Cosa significa in soldoni? 

E' molto semplice, quella che per noi è visibilmente un immagine o un menù, o un componente con una qualsiasi funzione (come un form di contatti) per lo spider di google è semplicemente un mucchio di testo di codice di programmazione che allo scopo del posizionamento o dell'indicizzazione è assolutamente irrilevante o addirittura nocivo rispetto invece al testo che lo spider è in grado di analizzare e comprendere grazie ad un avanzatissimo sistema collegato all'anorme database mondiale di google, e nello specifico è in grado di capire parecchie cose:

Lui capisce se il testo nella pagina del vostro sito internet è per esempio copiato da qualche altro sito internet o se è invece un testo nuovo ed originale, è in grado di comprendere anche se il testo è copiato in parte o leggermente manipolato per non farlo apparire copiato.

Per entrare nella mente della macchina è disponibile tra gli strumenti del webmaster di google un ottima applicazione che ci permette di vedere esattamente come goole vede le nostre pagine, questo fantastico strumento se utilizzato da sviluppatori esperti ci consente di eliminare codice inutile che appesantisce inutilmente la pagina e ci permette di creare siti internet snelli e ben accettati dallo spider di google.

Se c'è una grande lezione che si capisce dall'analisi del funzionamento dello spider è che una buon sito internet deve corrispondere a quella che di solito è la filosofia dei programmatori. Costretti a lavorare con grandi moli di codice infatti i programmatori sviluppano una filosofia di pensiero molto analitica e razionale tendente alla semplificazione evitando gli inutili sprechi ed optando per una visione pulita e fluida delle pagine web.

Luca Conti Maria Graziano

rispondere ai nostri utenti, una sezione apposita nel nostro sito internet

Esaminando un certo numero di siti internet di qualità possiamo renderci conto di come i migliori ed i più utili ed utilizzati sono quelli in cui è presente una sezione in cui si risponde alle domande più tipiche dei clienti.

domande 1200x448

 

Abbiamo parlato diverse volte dell' importanza dei contenuti di un sito internet facendo un cenno alla possibilità di gestire un blog nel proprio sito per renderlo più interessante, un altro modo per aggiungere un valore in più al nostro sito internet o negozio on line è quello di predisporre all'interno del sito stesso una sezione in cui ci preoccuperemo di pubblicare le domande più tipiche dell'utente con relativa risposta.

La sezione a cui mi riferisco in questo articolo non è la classica sezione delle FAQ (frequently asked questions) ma piuttosto una specie di piccolo (o grande) blog nel blog dove partendo dalle domande in merito ai contenuti del nostro sito poste da un utente (reale o meno infatti all'inizio quando un sito non è ancora molto visitato si possono sviluppare le domande ad hoc) si possono esplorare gli aspetti più profondi di quello che è il nostro lavoro ottenendo un vantaggio sia dal punto di vista quantitativo dei contenuti ma anche e soprattutto da quello qualitativo.

Questo avviene perchè mentre i contenuti standard del sito, quelli che spiegano il nostro lavoro più o meno nel dettaglio sono scelti da noi i contenuti che si sviluppano a partire dai quesiti degli utenti che frequentano il sito internet sono più rappresentativi dei reali interessi dell'utente stesso in merito ai nostri contenuti. Insomma possiamo costruire contenuti più interessanti se attraverso le domande dell'utente possiamo capire cosa veramente interessa all'utente in merito al nostro sito internet.

Facciamo un esempio, mettiamo che il nostro sito sia un servizio on line che affronta gli aspetti di una ricerca scientifica o che spiega una malattia rara e le sue possibili cure e ricerche o anche un sito che venda ad esempio olio di oliva biologico, noi pensiamo di parlare di determinati argomenti dando per scontato che siano oltre che quelli che servono per illustrare le nostre idee anche quelli più interessanti per l'utente medio che ci segue mentre potremmo scoprire dalle domande che ci arrivano nell'apposita sezione che in verità sono altri gli aspetti che interessano ai nostri utenti che ci seguono ad esempio verificando la presenza di domande simili ripetute nel tempo a cui daremo risposte adeguate che ci aiuteranno anche a capire quali sono le aree del sito che dobbiamo potenziare.

CI possono essere due modi per inserire una sezione del genere all'interno del nostro sito internet: Possiamo inserire la sezione facendo in modo che l'utente possa automaticamente scrivere la sua domanda che resta così subito visibile a tutti in attesa di una risposta oppure (ed io preferisco quest'ultima ipotesi) si può andare a a ricevere la domanda scritta dall'utente (in un apposito spazio adibito a questo) per poi pubblicarla solamente quando anche la nostra risposta è pronta per essere pubblicata.

In ogni caso è necessario attraverso sezioni del genere rendere sempre più interessante e profondo un sito internet dando possibilità alle persone di poter affrontare tutti gli aspetti del nostro lavoro e di poter partecipare attraverso delle domande al processo dinamico di creazione dei contenuti. 

 

Quando vendere on line non fa per te

Quando vendere on line non fa per te? Scopriamolo in questo interessante articolo prima di sprecare tempo con un sito internet.

FALLIMENTO AAA

In questo articolo cercherò di essere molto onesto sulla reale possibilità che tu possa avere successo nella vendita on line e ti dirò anche perchè. Certo sarebbe bello costruire un mondo dove tutti hanno la possibilità di avere una chance on line ma purtroppo come sempre sul pianeta terra non è così, la platea è grande e i posti sul palco centrale sono sempre pochi.

Se hai deciso di vendere i tuoi prodotti o servizi on line significa che vuoi guadagnare con internet, ma non sempre la cosa è possibile, analizziamo i motivi per cui non è possibile avere successo.

Scarso Budget unito a poche possibilità di fare da soli

Nel campo pubblicitario uno dei fattori ovviamente più limitanti è sicuramente il budget, se non hai molti soldi da investire l'unica chance che ti spetta è quella di darti da fare da solo/a come per esempio fare una serie di video su youtube come fanno alcuni you tubers e pubblicizzare in questo modo il tuo prodotto, il tuo sito internet. Ma haimè non è da tutti sapere fare cose del genere e diventare dei bravi you tuber seguiti da migliaia di persone non è esattamente il genere di cose che si possono improvvisare, si deve veramente essere portati per queste cose e se non si ha il talento dello show man allora non resta che affidarsi massicciamente alla pubblicità. Se non ci sono soldi per la pubblicità è finita, senza l'una e l'altra cosa la matematica ci dice che sarà impossibile per voi lanciare il vostro business on line.

Un prodotto o un servizio poco originale e che si trova ovunque senza possibilità di investire grossi capitali in pubblicità

Più il vostro prodotto/servizio è comune più ovviamente sarà molto difficile che il vostro business on line abbia un qualche tipo di successo se poi il vostro prodotto/servizio è più che comune e si trova praticamente dovunque allora solamente investimenti milionari in pubblicità potrebbero riuscire a lanciarlo come si deve, è praticamente impossibile vendere scarpe che trovi dappertutto o su grandi store già famosi sul proprio piccolo e commerce senza possibilità economiche.

Il prodotto è tutto in questo settore e se non siete stati capaci di inventarvi un prodotto originale e unico avete già fallito.

Siete tra quelli che pensano che dando qualche cento euro a un agenzia dovete solo aspettare di aver successo

Ed è per questo che avete già fallito. Non avete la stoffa della persona di successo dentro di voi se avete delegato a qualcun altro tra l'altro per una piccola somma di denaro la possibilitò di riuscire in ciò che fate. Le persone di successo creano attivamente e continuamente il loro processo di sviluppo verso il successo, ogni giorno si inventano nuove possibilità e aprono nuove strade che le persone normali non si sognavano neanche di immaginare che potessero funzionare.

Non fa per voi quindi, non è una strada adatta a voi quella della vendita on line di successo. 

Sopra ho analizzato qualche esempio e forse sono stato un pò duro ma è così che vanno le cose e nel corso della mia carriera qui in Galatea Web ho conosciuto moltissimi clienti che non avevano fin dall'inizio quel qualcosa. Invece ho conosciuto persone stupende che fin dall'inizio capivi che c'è l'avrebbero fatta. 

Vi auguro di essere tra queste ultime persone perchè il mondo di internet è veramente spettacolare se saputo affrontare come si deve.

Luca Conti MG

vendere on line, i permessi necessari in Italia

Ci capita spesso di fornire assistenza burocratica e amministrativa a chi intende muovere il primo passo ed aprire un negozio di vendita on line, ma come ci si compprta a livello di permessi in Italia? diamo una rapida occhiata al mondo dell' e commerce dal punto di vista amministrativo.

fatturato e commerce italia

 

Sono finiti i tempi in cui i clienti ci guardavano sospettosi quando proponevamo loro di fare un sito di vendita on line e senza neanche potersene rendere conto la vendita on line è diventata un mercato come tutti gli altri destinato anzi molto probabilmente a sostituire tutti gli altri mercati man mano che il contante sta gradualmente lasciando il passo alla moneta elettronica.

Ma cosa bisogna fare per aprire un negozio on line in Italia? Ovvero, quali sono gli adempimenti burocratici per effettuare questo tipo di lavoro? 

Per rispondere bene a questa domanda dobbiamo chiarire un fattore fondamentale che spesso abbiamo notato essere poco conosciuto dai nostri clienti e cioè che per la legge Italiana non è tanto importante se un determinato prodotto o servizio è venduto in negozio, su una bancarella oppure su un sito internet e i permessi che ci vogliono sia che la vendita la facciate di presenza che on line sono sempre gli stessi con un piccolo accorgimento per quanto riguarda l' ecommerce.

Prima di tutto ti viene richiesta una partita iva a prescindere che tu venda on line o off line, che dovrà essere attinente al tuo tipo di attività (sarà il commercialista a consigliarti) e l'eventuale iscrizione alla camera di commercio per tutte le partite iva che necessitano anche di questo.

Per aprire un negozio online dedicato alla vendita dei propri prodotti o servizi, da marzo del 2011 non è più necessario presentare la documentazione cartacea presso l'ufficio commercio del comune di residenza dell'attività commerciale.

La consegna della modulistica cartacea al comune per la presentazione delle richieste di inizio di attività commerciale (MOD. COM. 6 BIS) è stata sostituita da una comoda, ma non semplice, comunicazione telematica delle pratiche SUAP, acronimo di “Sportello unico per le attività produttive” tramite le camere di commercio.

Per procedere con la comunicazione SUAP occorre predisporre una SCIA, acronimo di “Segnalazione certificata di inizio attività” da eseguire obbligatoriamente per iniziare un'attività commerciale (quindi anche online) o per subentrare ad un altro esercente.

Le Camere di Commercio presenti nel territorio nazionale sono l'ente preposto alla raccolta delle comunicazioni telematiche che poi, come nel caso della richiesta di apertura di un negozio virtuale, vengono girate all'ufficio commercio del comune di residenza dell'attività commerciale. Consulta l'elenco dei comuni che hanno aderito all’iniziativa cliccando qui.

WebTelemaco o “sportello pratiche digitale” delle camere di commercio, è il primo strumento da cui iniziale per inviare le pratiche alle camere di commercio. Lo sportello permette inoltre di consultare visure, bilanci e protesti delle società iscritte, sia imprese italiane che europee, sui loro soci ed amministratori.
Per inviare le pratiche telematiche o richiedere certificati del Registro Imprese, è necessario sottoscrivere il contratto cartaceo con la Camera di Commercio ed inviarlo via fax al Call Center. Una volta scelta la provincia della Camera di Commercio con cui stipulare il contratto occorre scaricare il modello contrattuale, leggerlo e compilarlo in ogni sua parte, sottoscriverlo e inviarlo via fax al numero 199/724688, oppure via email (con firma digitale) a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Alcune camere di commercio accettano anche la consegna diretta del contratto: in questo caso consigliamo di verificare preventivamente le indicazioni riportate nel sito della camera di commercio stessa.
Entro 48 ore lavorative si riceverà, all'indirizzo e-mail indicato, la userid e la password di accesso al servizio. I dati di accesso sono da conservare in modo sicuro, poiché alla prima pratica da inviare sarà necessario costituire un proprio fondo con un conto personale prepagato versando, in modalità sicura e protetta, una somma di denaro con carta di credito.

Il secondo strumento per la comunicazione telematica di inizio o variazione di un attività commerciale tramite un negozio online è ComunicaStarweb, si può accedere al servizio tramite login con user/password Telemaco, ovverosia con le stesse “credenziali” WebTelemaco abilitate a spedire pratiche telematiche al Registro delle Imprese.
ComunicaStarweb è un servizio on-line gratuito per la predisposizione di pratiche di Comunicazione Unica indirizzate al Registro Imprese, all'Albo Imprese Artigiane (ove la normativa regionale lo consenta), all'INPS, all'INAIL, all'Agenzia delle Entrate e al SUAP.

Tamite ComunicaStarweb, alla pratica di comunicazione unica, è possibile allegare la dichiarazione di inizio/modifica attività – debitamente compilata e firmata - allo Sportello Unico delle Attività Produttive del Comune (sportelli SUAP) dei Comuni che hanno aderito all’iniziativa.

Ho avuto un sito internet e mi ha deluso, ecco perchè

Molti nostri nuovi clienti arrivano da situazioni in cui hanno già avuto un sito internet, alcuni riprovano e darsi una nuova occasione ma molto rinunciano, brutte esperienze. Ma perchè succedono? Ecco una lista delle peggiori situazioni che ci sono capitate e come evitarle.

broncio

E' uno dei problemi più ricorrenti quando si incontra un nuovo cliente nel nostro settore internet. Ha già avuto un sito internet, magari per anni, nessun risultato o pochi, in precedenti articoli abbiamo spiegato come a volte può essere colpa del cliente stesso che non si cura molto del proprio servizio non permettendo all'agenzia che incontra di poterli aiutare ma ancora più spesso, purtroppo, il cliente si è imbattutto in uno dei tanti " professionisti " arrangiati che in Italia si mettono a fare i siti internet. Ecco una piccola lista con gli esempi che abbiamo incontrato.

Il cugino che fa ancora vecchi siti scrivendoli d'accapo in html.

Questa è forse la peggior bestia da sconfiggere nel campo della vendita dei siti internet professionali e ancor di più nel campo della vendita on line. Insomma, chi non ha un cugino / amico / zio / nipote che sa fare i siti internet? Questo essere mitologico è refrattario ad ogni innovazione, nella sua stanzetta solitaria ha imparato che programmare un sito d'accapo in html è meglio di qualsiasi piattaforma figa presente sul mercato, niente joomla, wordpress, niente di niente, infatti il sito sembra un pezzo di antiquariato anni '80 ed ogni modifica richiede circa 1 anno.

I ragazzi pieni di passione che vogliono subito 3.000 euro.

Loro ci credono, hanno creato un team, hanno visto il film " the social network" e vogliono spaccare proprio come nel film, magari sono anche bravini, uno si è messo a fare grafiche, uno si è messo a fare programmazione, e anche se non hanno mai venduto nemmeno un garofano sentono di essere i migliori. Così, il vostro sito, costerò subito, immediatamente e irrimediabilmente almeno 3.000 euro. Non si sa perchè, come, se darà mai un risultato, non si sa niente di tutto questo. Ma 3.000 euro è il prezzo che a loro è sembrato giusto per comprare per qualche giorno il loro incredibile genio.

Il programmatore che programmerà per mesi il vostro e commerce per ottenere lo stesso identico risultato di un sito prefatto e pronto in 5 minuti.

Lui è un genio del male, quando prende un lavoro si chiude per mesi nella sua stanzetta dopo aver divorato l'acconto dal cliente, spesso sempre consistente come il saldo, e lavora in gran segreto senza neanche spegnere i ltelefono. Ogni tanto il cliente riceve un corvo con delle notizie, " sono vivo e sto bene, non cercatemi fin quando non avrò finito".

Dopo mesi, anni, decenni di duro lavoro, lui esce dalla sua tana creando un incredibile suspence. Accende il pc davanti a un cliente in treamente attesa e uolà! Ecco un e-commerce con il carrello che lui guarda e usa come una specie di potere magico concesso solo a lui. 

Il cliente gli fa notare che un qualsiasi componente prefatto fa la stessa identica cosa, che dopo aver aspettato per mesi e speso un secondo mutuo della casa aveva almeno sperato di ottenere qualcosa di più. Ma niente, i suoi occhi impassibili e glaciali non si muovono di un millimetro.

 

Quanto raccontato in modo simpatico sopra corrisponde purtroppo alla terribile realtà ovvero che soprattutto in Italia dove spesso ci si inventa o ci si improvvisa in qualsiasi lavoro soprattutto quando avrete bisogno di un sito internet serio e professionale la prima difficoltà che incontrerete sarà proprio quella di incontrare un agenzia professionale che possa darvi un prodotto di qualità .

Ma vi raccomando, anche se sbagliate la prima volta, insistete e prima o poi riuscirete ad avere un buon sito internet! 

 

 

Trasformare il proprio negozio in negozio on line

Partire da un attività già presente nel territorio fisicamente come un negozio per poi trasformarla in un attività on line è sicuramente un passo più semplice del partire dal niente ma anche una bella sfida a cui dedicare tempo e passione.

store icon 1

Cominciamo subito con il dire che trasformare o " trasportare " il proprio negozio tradizionale su internet (on line) non significa solamente tentare di allargare la massa della clientela ma anche seguire la clientela che già si ha in modo più completo facendo in modo che il vostro negozio o un pezzo del vostro negozio continui a seguire i clienti anche dentro casa.

Trasformare il vostro negozio quindi in negozio on line significa tante cose, informare dell'arrivo di nuovi prodotti i propri clienti abituali che ricevono una mail che li rimanda alla sezione del sito NOVITA' per esempio, permettere a un cliente affezionato di acquistare on line per prenotare o bloccare un prodotto che passerà poi comodamente a prendere in negozio, collegare il sito a pubblicità territoriali su google e facebook rafforzandosi rispetto la concorrenza, e poi, dopo aver soddisfatto tutto questo si può anche aggiungere che indubbiamente il negozio on line può aiutare a vendere al di fuori della propria abituale sfera di influenza a patto che si propongano prezzi e offerte abbastanza vantaggiose. 

Abbiamo analizzato i vantaggi di creare una versione on line del nostro negozio di vendita senza avere ancora fatto cenno ai " doveri " se così vogliamo chiamarli e soprattutto alle incombenze che inevitabilmente nascono dalla gestione di un negozio on line,  dico questo perchè la percentuale di clienti che ci contatta per avere un negozio on line e che poi se ne disinteressano quasi completamente aspettandosi che l'agenzia o il singolo che segue il sito facciano dei miracoli al posto loro è altissima.

Avere un negozio on line significa aggiornare le informazioni presenti nel sito, tenere ad esempio un blog o una sezione news dove comunicare con i clienti, caricare i nuovi prodotti man mano che arrivano e modificare quelli vecchi man mano che finiscono, avere la pazienza di farlo anche nei primi tempi quando sembrerà che il negozio non funzioni ancora perchè pressocchè sconosciuto, bisognerà pubblicizzarlo tra i propri clienti, aggiungere il link nei nostri account (come facebook o altro) ed in generale curarselo giorno dopo giorno collaborando attivamente con l'agenzia o il servizio in genere che lo gestisce.

In definitiva possiamo dire che aggiungere al nostro negozio tradizionale un negozio on line crea delle nuove possibilità e delle fantastiche nuove strade da percorrere per crescere sempre di più ma anche degli obblighi simili a quelli che ci spingono ad occuparci del nostro negozio tradizionale che alla fine potrebbero dare i frutti tanto sperati del nostro lavoro.

 

 

Vendere on line, un sogno che ti cambia la vita

Come ti cambia la vita la vendita on line? Guadagnare attraverso il proprio sito internet può diventare uno stile di vita diverso con più tempo per te e per la tua famiglia e tanti altri privilegi.

 guadagnare online 1728x800 c

La prima vendita on line non si scorda mai, la prima volta che troviamo una mail di notifica di pagamento e con un sorriso in volto ci diciamo che è possibile, c'è l'abbiamo fatta, il vecchio sogno di far soldi mentre dormiamo si è avverato. Niente di più vero.

Come cambia la vita la vendita on line? Bhe tanto, e non è tanto una questione di quantità di denaro che potrebbe anche rimanere agli stessi livelli della vendita tradizionale o di altre forme di lavoro ma la semplicità, l'assenza di impedimenti fisici come muoversi, spostarsi per risolvere problemi che adesso possiamo risolvere seduti da un pc a casa nostra insomma, una sorta di magia benefica che finalmente ci fa rilassare e godere maggiormente la vita.

La vendita on line infatti ci permette di avere tantissimo tempo in più per noi e per la nostra famiglia, e non è uno scherzo, ne una cosa da niente, se pensiamo a quante volte avremmo voluto passare più tempo a casa, con i nostri figli, in una vita che è fondamentalmente sempre più stressante.

Basta code in macchina per andare a lavoro, basta discussioni con il cliente per convincerlo a comprare, da adesso il nostro sito fa tutto questo per noi, un negozio aperto 24 ore su 24 che ci aiuta a vivere meglio la nostra vita.

Ma non è solamente in termini di praticità che cambia la nostra vita, ma anche in termini di apertura mentale. Vendere on line ci permette di rivolgere il nostro sguardo al mondo ed il nostro servizio è magicamente vendibile dappertutto, possiamo tradure il nostro sito in Inglese e vendere dappertutto, scoprire, esplorare le abitudini degli utenti di tutto il mondo. 

C'è l'abbiamo fatta, abbiamo cambiato la nostra vita in meglio sfruttando al pieno le nuove possibilità tecnologiche che esistono oggi. Quanto tempo perdiamo ogni giorno davanti a un cellulare su internet senza concludere nulla? Vendere on line ci permette finalmente di investire quel tempo in un modo migliore.

La vita di chi inizia a rivolgere la propria attenzione alla vendita on line cambia in questo modo, il primo cambiamento è maggior tempo e minori spese e quindi in definitiva una migliore qualità della vita.

Differenza tra inserzioni su Facebook e Google

Oggi torneremo sul tema delle inserzioni a pagamento con i cosiddetti servizi pay for click esaminando le principali differenze tra Google e Facebook.

PPC

 

Sia che Facebook che Google sono strumenti con cui è possibile diffondere le proprie inserzioni pubblicitarie che possano rimandare l'utente che clicca al nostro sito internet, entrambi infatti possiedono un sistema di gestione inserzioni a pagamento basato sul pay for click (costo per click) di cui Google è stato il principale precursore. 

I due sistemi se usati bene possono ottenere buoni risultati ma oggi andremo a scoprire perchè Google è ancora il migliore tra i due e come sfruttarlo al massimo. Ecco elencate sotto una serie di differenze significative tra i due servizi.

PREDISPOSIZIONE DELL'UTENTE GOOGLE E FACEBOOK ALLA PUBBLICITA'

Su Google l'utente è in una fase di ricerca di qualcosa e google gli offre solamente le pubblicità pertinenti alla sua ricerca in questo modo su google ci troveremo a fronteggiare utenti già predisposti e meno infastiditi o per niente infastiditi dalla pubblicità vieceversa su Facebook la maggior parte delle persone sono immerse all'interno dei loro spazi Social discutendo di fatti personali o controllando le bacheche altrui e sono poco predisposte alla pubblicità o infastidite da queste.

LA POTENZA DI FAR INCONTRARE CHI CERCA UNA COSA E CHI LA OFFRE

Approfondendo quindi il discorso precedente possiamo dire che mentre su Facebook miriamo e spariamo sul mucchio quindi cercando di vendere qualcosa facendo vedere la nostra pubblicità a tantissime persone e sperando che tra queste c'è ne una interessata su google invece mostriamo il nostro annuncio direttamente a chi sta cercando il nostro prodotto / servizio, qualcuno cioè che ha digitato sullo spazio del motore di ricerca quelle parole chiave che corrispondono alle parole chiave che abbiamo scelto noi (l' utente scrive " bed and breakfast a catania" e tra gli altri compare anche il nostro annuncio di bed and breakfast a Catania. Su facebook questo punto chiave della pertinenza manca sicuramente anche se la piattaforma sta raffinando sempre di più gli strumenti di scelta dei potenziali utenti a cui mostrare le inserzioni.

LA SUPERIORE ESPERIENZA DI GOOGLE NELLA GESTIONE DELLE INSERZIONI

Google ha inventato più di un decennio fa il servizio di gestione delle inserzioni denominato Google Adword che oggi dopo tante modifiche e migliorie è in assoluto il miglior servizio rivolto ad inserzionisti che intendono diffondere i propri prodotti e servizi on line. Mentre Facebook si propone alla seppur vasta popolazione che utilizza la piattaforma Google propone in modo intelligente e pertinente gli annunci all'intera popolazionedi utenti a prescindere che utilizzino o meno facebook e dalla frequenza di utilizzo di quest'ultimo perchè mentre c'è chi è più affezionato e chi meno alla piattaforma sociale (o chi preferisce utilizzare twitter o altro) tutti gli utenti invece utilizzano Google per le ricerche, questo unito alla grande esperienza della compagnia nella gestione delle inserzioni fornisce sicuramente uno strumento migliore per la propria pubblicità.

Alla luce di quanto scritto sopra Google risulta essere ancora la migliore forma di pubblicità a pagamento (e organica) esistente al momento sul web e Facebook va presa solamente come forma secondaria da abbinare alle campagne google.

 

 

 

Vendere prodotti Italiani in Giappone con il tuo negozio on line

Sfruttare la potenza di internet e del prorio Galatea Power negozio on line per vendere nel mercato Giapponese prodotti Italiani.

giappone

Italia nel mondo significa qualità e soprattutto in alcuni settori come la moda, gli accessori, i prodotti alimentari come i vini o alcune specialità, le auto, significa leader di qualità. Ma ci sono nazioni in cui il culto per il prodotto Italiano ha raggiunto livelli veramente quasi sacri ed uno di questi posti è il Giappone dove il made in italy rappresenta veramente una grande passione vissuta con simpatia e rispetto.

Un ottimo modo quindi di orientare il nostro negozio on line potrebbe essere quello di vendere prodotti Italiani direttamente in Giappone tramite il nostro sito internet.

Cosa ci serve per iniziare il nostro business on line? 

Prima di tutto dobbiamo procurarci un traduttore, qualcuno quindi che alla fine del nostro lavoro di produzione di testi possa tradurre tutto in Giapponese, il galatea power è predisposto per avere le lingue automatiche ed è quindi possibile passare oltre questa fase ma c'è da dire che il traduttore automatico non è completamente preciso, utilizza la stessa tecnologia del traduttore di google, traduce pressocchè alla lettera e anche se alla fine il testo risulta essere abbastanza comprensibile non è certo a livello professionale.

Dopo esserci procurati un traduttore Giapponese dobbiamo capire che genere di prodotti vogliamo vendere, il nostro consiglio è concentrarsi su prodotti di moda che è possibile prendere in Italia direttamente nelle fabbriche o nei negozi a prezzi abbastanza moderati offrendo così al cittadino Giapponese un prodotto autentico ad un prezzo abbastanza buono.

E sull'autenticità dei prodotti è il caso di dedicare una o più sezioni del nostro sito internet creando intorno ad esso un aurea di credibilità e affidibalità, vogliamo far pensare all'utente Giapponese che acquista nel nostro sito Italiano che i prodotti che acquisterà sono realmente prodotti Italiani, acquistati in Italia.

Se stiamo comprando abbigliamento da piccole boutique per esempio possiamo inserire foto e interviste video al titolare, far vedere il posto, raccontare un pò di storia sulla città in cui si trova. I Giapponesi sono un popolo molto colto.

Non concentriamoci necessariamente sui grandi marchi Italiani, l'Italia è fatta di tantissime eccellenze piccole e medie, aziende molto carine e capaci che possiamo utilizzare come porta bandiera dell'Italianità nel mondo, i Giapponesi sono consapevoli di questo, non è detto che stiano cercando il grande marchio ma anche la piccola o media azienda che produce un particolare tipo di prodotto molto di nicchia e qualitativo può andare bene.

Trovato tutto questo e realizzata l'idea di base del nostro e - commerce Italo - Nipponico non ci resta che fare il sito, e creare un sito internet che possa racchiudere quanto detto sopra in modo originale e carino.

Dopo si dovrà pubblicizzare il sito, basterà applicare i metodi di visibilità più volte spiegati in questo blog ma orientandoli al mercato Nipponico, ad esempio, con google e facebook è possibile decidere per località dove fare la nostra pubblicità, possiamo quindi tranquillamente lanciare delle campagne pubblicitarie orientate al Giappone o a particolari zone del Giappone.

 

l'importanza di essere innovativi per differenziarsi dagli altri siti internet

Internet è nata come un innovazione, da Google a Facebook, i migliori siti internet che ne sono derivati sono stati costruiti da persone che avevano voglia di rischiare e innovare e ne avevano capito le potenzialità, fai lo stesso con il tuo sito internet.

innovazione

 

Internet è sempre stata così, un pò pazza e un pò terra di nessuno ma da qualche annetto è diventata anche la terra di tutti e gran parte della vita sociale delle persone si svolge al suo interno, oggi come allora dunque è diventato importante esserci ed esserci nel modo giusto, che su internet è sempre stato il modo " diverso".

Si può aprire il calssico negozio on line in cui vendere prodotti e servizi diventa una questione di pubblicità e massicci investimenti, magari fare un logo carino, una bella presentazione aziendale, un sito internet ben strutturato e tutto sommato i risultati si ottengono.

Oppure si può pensare diversamente esattamente come internet ci avrebbe dovuto insegnare nel corso di questi anni questo è infatto il posto dove diverso è bello e migliore, qui un idea originale viene premiata alla fine (e anche all'inizio) e la mediocrità di adeguarsi agli altri non paga quasi mai o comunque paga poco.

Ma come essere innovativi? Come fare qualcosa di diverso su Internet? Bhe semplice, proprio come hanno fatto grandi colossi del web come Google bisogna mettersi nei panni dell'utente che visita il nostro sito internet e pensare a cosa poter fornire di più per garantirgli un ottima esperienza di navigazione che vada oltre ciò che sto vendendo.

Facciamo un esempio, noi vendiamo siti internet ma cosa potevamo aggiungere al nostro sito internet per dare qualcosa in più? Semplice, consigli su come si fa un ottimo sito internet, qualcosa che va oltre il nostro servizio in vendita e da cui non ricaviamo un immediato guadagno ma che rende (si spera) il nostro sito internet diverso da un altro sito che vende siti internet e basta senza offrire consigli o articoli in merito all'argomento.

Ma si può andare sempre più in la e pensare di inserire altre cose. E a questo come limite c'è solo l'immaginizazione. 

Sviluppare un sito internet di successo dunque a prescindere che sia un e-commerce o un sito di altro genere significa non fare qualcosa di semplice solamente per esserci e basta ma sforzarsi di " dare " qualcosa all'utente, quel qualcosa in più che lo possa far tornare insieme a molti altri.

Siate dunque innovativi, diversi, originali rispetto la concorrenza.

Il Galatea Power, un sito internet che può gestire utenti e collaboratori

Il Galatea Power può anche essere utilizzato per gestire i propri collaboratori come ad esempio consulenti ed operatori a distanza e non solo per vendere.

telelavoro 300x171

Un sito internet per gestire i propri collaboratori o i propri utenti, dare loro un profilo con contenuti uguali per tutti e personalizzati per ognuno, in modo da gestire comunicazioni, scambio di informazioni, calendari di eventi da portare a termine, insomma un vero e proprio ufficio virtuale dove ogni vostro collaboratore può avere il massimo contatto collaborativo con la vostra azienda. 

Tutto questo è possibile con il Galatea Power, il nostro sito di punta, un prodotto completo che può anche essere organizzato a tale scopo.

Grazie alla potentissima piattaforma Joomla unita a componenti come Community Builder il nostro Galatea Power è capace di fornire una grande varietà di combinazioni per la gestione degli utenti in aree riservate dedicate molt simili all'organizzazione delle nostre scrivanie virtuali.

In sostanza come in qualsiasi social network il nostro utente avrà un profilo a cui accedere e in cui potrà trovare ogni genere di informazione a lui riservata. La cosa interessante è che possono esserci contenuti comuni a tutti gli utenti come ad esempio un video di benvenuto che spiega le regole fondamentali dell' azienda e contenuti personalizzati come l'agenda con gli appuntamenti specifici e un area di scambio per le comunicazioni con la direzione.

Pensiamo ad esempio come questo potente aspetto del Galatea Power si potrebbe adattare ad un azienda che ha la necesità di gestire numerosi consulenti in giro per l'Italia, ogni consulente si può collegare da dovunque e controllare i propri appuntamenti, le comunicazioni della direzione, le schede dei clienti, tutto sotto controllo aumentando così l'efficienza del consulente stesso ma anche dell'azienda che può in questo modo controllare ogni aspetto della produzione e della vendita direttamente in contatto con ogni singolo operatore.

La possibilità di offrire profili riservati ad ogni utente può essere impiegato anche in tutti quei siti internet dove esiste l'intenzione di creare una comunità, come per esempio possono essere blog e forum di varia natura.

Insomma, in questo modo diventa veramente divertente gestire le proprie risorse umane, il Galatea Power ci offre un elevata gamma di possibili combinazioni, il tutto ovviamente in modo semplice e intuitivo.

 

 

descrivere esaurientemente i prodotti nel proprio sito internet

I prodotti che vendiamo nel nostro sito internet sono una parte importante del nostro lavoro, descriverli il più profondamente possibile è essenziale per costruire un e commerce di successo.

products

 

Sono la parte più importante del nostro lavoro perchè è ciò che vogliamo vendere on line nel nostro sito internet ed il successo del nostro negozio on line dipnede da questo. Vediamo quali sono i metodi pratici per esporre al meglio i nostri prodotti.

Bisogna prima di tutto corredare i nostri prodotti di descrizioni molto approfondite, ricordiamo che se la maggior parte delle persone non ama molto leggere su internet in maniera approfondita preferendo articoli corti ad esempio questo non è più vero nel momento in cui si deve acquistare qualcosa. 

Quando un utente ha intenzione di acquistare infatti spesso trasforma in azione di acquisto la mera possibilità di farlo solamente perchè riesce a rispondere a tutte le sue domande e curiosità sul prodotto. Una cosa possibile sui negozi Galatea Power è per esempio quella di inserire due tpi di descrizione, una breve e una lunga in modo da accontentare sia l'utente frettoloso che l'utente più attento e pignolo.

Una volta corredato il nostro prodotto di un esauriente spiegazione è arrivato il momento di inserire le foto, diciamo subito che più foto da diverse angolazioni inseriamo del prodotto meglio è, ma non basta questo, bisogna che le foto siano il più possibile di qualità evitando di inserire foto del prodotto on line che si vedono male. 

Oltre a descrizione e foto dobbiamo cercare di essere molto chiari anche sui costi inserendo in modo molto trasparente eventuali spese per tasse e spediioni in modo che il cliente capisca quando spenderà esattamente alla fine della transazione. 

Detto questo una cosa molto importante che non bisogna mai dimenticare soprattutto on line è spiegare sempre cosa avverrà dopo l'acquisto perchè è molto difficile che una persona acquisti qualcosa nel vostro negozio on line se non è sicura di cosa accadrà dopo il pagamento. Spiegare i tempi delle spedizioni, come viene preso in consegna l'ordine indica professionalità e voglia di chiarire ogni aspetto del rapporto con il potenziale cliente che si troverà ad essere molto più propenso all'acquisto.

Per finire, la possibilità di fornire assistenza telefonica o in chat è molto importante soprattutto quando si tratta di servizi che non possono essere subito compresi in ogni loro dettaglio semplicemente leggendo una descrizione.

La parola d'ordine è quindi chiarezza e completezza in modo che il nostro utente possa acquistare in totale serenità.

Ma cos'è realmente un sito internet?

Spesso i nostri clienti non sanno esattamente cos'è un sito internet, a parte l'aspetto esteriore cos'è realmente e che potenzialità ha un sito internet? 

cosaweb

E' uno dei servizi maggiormente venduti senza essere realmente conosciuti in Italia, il sito internet, "qualcosa" che serve per la propria attività ma di cui non se ne comprendono a fondo le implicazioni e la prova di questa situazione è che molti professionisti come medici e avvocati, psicologi, hanno ancora difficoltà a pensare di avere un sito internet. Perchè? 

C'è l'idea diffusa che il sito sia prima di tutto una specie di cosa pubblicitaria, qualcosa che l'azienda che vende cioccolattini utilizza per dire " quanto è buono il proprio cioccolattino". Ma non è così. 

Un sito internet è prima di tutto un mezzo di informazione dinamico e intelligente che oggi serve soprattutto a comunicare con i propri utenti e chi sono i propri utenti se non tutte quelle persone che in un modo o nell'altro possono avere uno scambio con ciò che stiamo facendo? Che sia un azienda, un progetto, un impresa, magari stiamo progettando di scalare l'everest e il nostro sito internet può essere un luogo dove scambiare opinioni come su facebook, ma anche dove fare una donazione per supportare l'impresa pagando con carta di credito, dove pubblicare un proprio contenuto a supporto dell'impresa, e comunque una piattaforma dove si svolgono azioni collegate alla mia impresa dove sono io a dettare le regole ( su una pagina facebook è facebook a dettare le regole).

Ma il sito è anche un punto di collegamento tra i miei vari account in giro per la rete, dal mio sito posso conoscere l'indirizzo della mia pagina facebook, del mio account twitter, pinterest, instagram eccetera e vedere già parte dei contenuti che ho su questi account direttamente dal mio sito utti unificati in un unica pagia. 

Un sito è anche un luogo dove consentire agli utenti di scaricare informazioni che mi riguardano magari con vari livelli di accesso, e varia profondità in rapporto a quello che sono, semplici conoscenti, utenti registrati, clienti affezionati.

Ma in generale un sito può fare tutto, ed è quindi una questione di fantasia e bisogni che fa di un sito qualcosa che potrebbe andare oltre al semplice concetto di vetrina commerciale che ancora oggi troppo spesso in Italia è.

Potremmo prendere l'esempio di un sito di uno specialista medico che potrebbe nel suo sito non pubblicizzarsi ma semplicemente fornire materiale di supporto informativo ai propri pazienti, consentirgli di prenotare le visite on line, guardare la lista di colleghi fidati e consigliati dallo stesso specialista, insomma le potenzialità sono moltissime.

Rispondiamo quindi alla domanda iniziale di questo articolo, che cos'è un sito internet? 

Un sito internet è uno strumento, una piattaforma da cui divulgare e gestire le nostre informazioni che ci aiuta a rapportarci meglio con il prossimo e delega ad una macchina da noi progettata l'onere di ripetere sempre le stesse informazioni a chi ne ha di bisogno. Così un cliente che ci chiede come lavoriamo potrà leggersi tutto sul nostro sito alla pagina " come lavoriamo " e potrà poi acquistare il nostro prodotto / servizio ed in genere fare tutte quelle cose che manualmente avrebbero comunque richiesto tempo.

Un sito è quindi uno strumento dinamico al nostro servizio e come tale dobbiamo vederlo, questo concetto è ampiamente superiore al riduttivo concetto di pubblicità.