copertina blog

A quanti sviluppatori di siti internet è capitato? " Voglio il sito come quello li", l'inizio di un fallimento pubblicitario.

scuola copiare 430

 

Cosa c'è di peggio del cliente che si crede un grafico pubblicitario, un esperto in marketing e un programmatore? Nonchè ovviamente detentore del miglior gusto grafico in circolazione. Bhe il cliente copione, ovvero quello che ci chiede di sviluppare il proprio sito internet copiando alla lettera il sito di un concorrente.

Tutto questo blog è incentrato sul concetto di originalità, sul mercato si può sopravvivere scopiazzando gli altri, ma per emergere bisogna avere il coraggio di essere diversi ed originali o almeno tentare di trovare le soluzioni più opportune per se stessi.

Quanto scritto sopra non ha un valore esclusivamente morale (è brutto copiare, sempre) ma un valore prettamente pratico che ogni cliente affacciandosi al mondo della pubblicità on line dovrebbe capire. E' già molto difficile far funzionare un sito internet fatto su misura per le proprie esigenze, costruito intorno alle necessità dell'azienda e del modo in cui opera, figuriamoci cercare di avere dei risultati copiano il progetto di comunicazione di qualcun altro che probabilmente con noi non ci azzecca niente.

Ma è difficile superare il pregiudizio del cliente medio Italiano il quale infatti è quello che mediamente in Europa e nel mondo ottiene minori risultati spendendo persino di più degli altri. In America il cliente si affida ad un agenzia pubblicitaria e stop, sarà l'agenzia a costruire il marchio e la comunicazione, al cliente potrà piacere o meno ma saranno solamentei risultati alla fine a parlare.

In Italia no, siamo circondati (e non lo sapevamo) da esperti grafici, sviluppatori mai visti prima che sono convintissimi di sapere come far funzionare un e commerce, persona incredibilmente convinte che se per fare il medico o l'avvocato ci vuole una laurea invece per costruire l'immagine aziendale e sviluppare pubblicità vincenti per un azienda nonchè strategie di marketing occorere solamente tanta voglia di credici e un incrollabile fede in se stessi. 

Peccato, peccato che purtroppo non sia così.

Peccato che di solito il cliente che commette questo peccato di superbia finisca sempre con il " culo " per terra e tanta voglia di tornare a farsi seguire seriamente da dei professionisti.

 

HAI DECISO DI APRIRE UN SITO INTERNET PER VENDERE O PER FARE ALTRO? CONTATTACI